Durigon (Lega): “Polemiche su incontro con parti sociali sono sterili

Politica & Diritti

 Ieri non abbiamo fatto la finanziaria, abbiamo detto quali sono le nostre idee sulla finanziaria. La settimana scorsa anche Conte e Di Maio hanno ricevuto i sindacati. Rinnoveremo il confronto ad agosto. Sulla ricetta proposta ieri con flat tax e investimenti ho visto molta condivisione” 

Il sottosegretario al Ministero del Lavoro Claudio Durigon (Lega) è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Sull’incontro al Viminale tra la Lega e le parti sociali e le conseguenti polemiche di Conte e Di Maio. “Sono polemiche abbastanza sterili –ha affermato Durigon-. Noi abbiamo voluto ascoltare le parti sociali e capire con loro le necessità del Paese. E’ stato un ottimo confronto, molto interessante. Non credo che ci sia una diversità da altri incontri che possono aver fatto Conte e Di Maio. Non è che abbiamo fatto la finanziaria ieri, abbiamo detto quali sono le nostre idee sulla finanziaria. La settimana scorsa anche Conte e Di Maio avevano ricevuto i sindacati. Io non ci vedo nulla di particolare. Anzi, rinnoveremo il confronto ad agosto. Sentire sindacati e datoriali penso sia una cosa soltanto positiva. Potevamo farlo tutti insieme, ma non siamo ancora nella fase della finanziaria, siamo nella fase interlocutoria quindi l’incontro può anche avvenire con una sola parte del governo. Ho visto tutte le parti sociali andare nella stessa direzione, quindi è stato un incontro importante. Abbiamo capito che l’Italia ha bisogno di più sì, di più investimenti, di rilanciare questo Paese. Sulla ricetta proposta ieri con flat tax e investimenti ho visto molta condivisione”.

Sui 6mila esodati. “Sono meno di 6mila, quota 100 ha già dato tantissime risposte. In un disegno di legge è stata inserita una norma provvisoria per dargli una mano e nella prossima finanziaria aiuteremo anche loro” ha affermato Durigon.