Bari a Bedollo: “prima” di De Laurentiis

Sport

Alle 12 puntuali, l’Amministratore Unico della neonata SSC Bari S.p.a, Dott. Luigi De Laurentiis, si è presentato nella sala stampa dell’impianto calcistico di Bedollo messo a disposizione dall’efficientissimo staff del Centro turistico della Val di Cembra, e davanti ai giornalisti baresi ha parlato un po’ della situazione in prospettiva.

Quest’anno siamo a Bedollo, località molto bella, siamo contenti di essere stati accolti alla grande in una regione generosa che investe nel modo giusto le proprie risorse per attrarre turisti. Bari è una eccellenza del sud, il Trentino lo è del nord: un bel messaggio per unire le forze”.

Poi ha parlato del suo arrivo ieri in hotel quando ha atteso la squadra: “Ieri sera sono arrivato alle 8,30 in hotel e ho visto volti nuovi tra lo staff tecnico e i giocatori entusiasti, ho provato un’emozione perché cominciare un nuovo corso ogni anno dà una bella sensazione di grande entusiasmo, molta voglia di fare. L’altro anno è stato di start up totale essendo partiti in gran corsa, quest’anno abbiamo tutto il tempo per organizzarci bene. Oggi volevo vedere il primo allenamento e guardare i dettagli che è davvero entusiasmante”.

Per quanto riguarda il mercato, il Presidente ha dichiarato: “Per il mercato la società ha dei piani molto seri. Bari è una città che merita tanto e anche noi siamo molto ambiziosi. Antenucci è la prima conferma di tutto ciò. Lui ha sposato la causa sapendo dell’importanza di Bari, dei tifosi caldissimi, della sesta tifoseria d’Italia, tutti requisiti che ha attratto lui e i nuovi giocatori per entrare nel mondo professionistico, oltre ad Antenucci aggiungo l’arrivo degli altri i cui nomi li conoscete: questo è un mercato ambizioso, importante, i nomi parlano da soli, tutti provenienti da categoria importanti. Loro dovranno esprimersi alla meglio, quest’anno è uno dei campionati più difficili, diciamo che è sicuramente un anno impegnativo dove pur lavorando su un mercato ambizioso, non è detto che si raggiunga subito al primo obiettivo, ma ciò ci stimola per iniziare il campionato nel miglior modo possibile. Abbiamo aggredito subito il mercato, di solito arrivano all’ultimo momento, ma noi non potevamo perdere tempo aspettando le altre squadre, ma sia chiaro che non finisce qua il mercato, siamo alla ricerca di giocatori per ogni reparto”.

 

Cosa ha imparato dalla lezione dello scorso anno? “L’anno appena trascorso mi è stato di esperienza, mi ha permesso di prendere ancor più coscienza di quello che deve essere costruito in questa azienda (per me è una azienda), quello che deve essere fatto per crescere sempre di più. Lo scorso anno abbiamo costruito correndo per far bene, abbiamo costruito una squadra di persone valorosissime, quest’anno si sono aggiunte altre, man mano cresciamo come una scuderia di formula uno. Una squadra di calcio ha bisogno di mille presenze nei vari settori, una squadra che possa giocare bene sia in campo che fuori. Conosco già molte problematiche che cercherò di affrontate meglio”.

Su Brienza, De Laurentiis ha detto: “A Brienza gli abbiamo prospettato alcune opportunità, una su tutte quella di Responsabile delle giovanili, e il capitano ha deciso di prendersi una pausa riflessiva anche perché a 40 anni si aprono mille pensieri e si fa fatica a ricollocarsi in una carriera, ci sta pensando noi saremo a braccia  aperte, gli auguriamo il meglio e spero di ritrovarci anche in futuro”.

Mentre sugli abbonamenti è stato molto chiaro: “L’obiettivo è quello di attrarre i tifosi soprattutto quelli scettici dello scorso anno, e dopo aver sentito la febbre della promozione dello scorso campionato, io mi aspetto di avere più affluenza. Stiamo lavorando sulla campagna abbonamenti che premierà chi si è abbonato l’altro anno quando abbiamo avuto presenze da record per la D, e comunque coloro che verranno per la prima volta avranno tantissime offerte che comunicheremo più avanti”.

Massimo Longo