Comunque vada

Politica & Diritti

Questo Esecutivo tira avanti, anche se all’”italiana”. La Penisola non ha la stoffa dei Grandi Paesi d’Europa per fare”scelte”importanti quando non ci sono i numeri. Restano ancora troppe posizioni “ibride” da definire. Perché, è meglio rammentarlo, i problemi prioritari della Penisola sono ben lungi dall’essere definiti.

I politici, alla fine, troveranno un tracciato operativo che non andrà a soddisfare nessuno; ma consentirà, forse, di portare avanti una Legislatura anche se non a tempo pieno.

 Sul fronte sociale l’incoerenza è palese. avevamo scritto che il 2019 non sarebbe stato l’anno della “svolta”. Ora lo confermiamo. A ben osservare, questo Governo non sarà in grado di tamponare, neppure in parte, la falla economica del Paese.  Si tornano a percepire venti di “polemica”. Per ora in sordina; ma sino a quando? L’economia del Bel Paese non può poggiare su posizioni ideologiche non suffragate da evidenti stimoli di ripresa produttiva e di coerenza politica.

 Le necessità imporrebbero d’andare oltre. Probabilmente, si è già perduto tempo prezioso. Dopo tante prove, non concluse, si è capito che per fare i “politici”, oltre all’onestà, ci vuole un’innata “stoffa”.Gli elettori, in questi anni di “magra, ” si sono fatti un’idea sugli eventi. N’è risultato che gli italiani avrebbero gradito essere informati “prima” di quello che si sarebbe avuto  in animo d’applicare “dopo”. I risultati elettorali dello scorso marzo ci avevano sorpreso. Oggi siamo amareggiati. Certo è che questo Esecutivo di Centro/Destra non s’è ancora qualificato. Potrebbe, ora, palesarsi il rischio di una governabilità”condizionata” del Paese.

Giorgio Brignola