La corretta alimentazione durante le terapie oncologiche

Diritti & Lavoro

Sarà presentato martedì 16 alle 11 all’Oncologico

Geny Palmiotti: “l’opuscolo, utile strumento per i pazienti. Per curare, non solo terapie. La corretta nutrizione crea armonia”. Qr code realizzato dagli allievi della Accademia delle Belle Arti

Uno dei rischi maggiori per i pazienti oncologici è la malnutrizione. Questa, in realtà, non solo si può prevenire, ma è anche reversibile a patto che si intervenga con tempestività. Pertanto, l’Associazione Gabriel, che ha fatto dell’umanizzazione delle cure in oncologia la sua mission principale, pone particolare attenzione alla corretta alimentazione e, per questo, ha dato vita ad un opuscolo: “La corretta alimentazione durante le terapie oncologiche”, dedicato ai pazienti oncologici.

Martedì 16 luglio alle 11 sarà presentato nel reparto Don Tonino Bello dell’Oncologico di Bari.

Fortemente voluto dal direttore del reparto Don Tonino Bello per la presa in carico globale del paziente, Geny Palmiotti, l’opuscolo è stato interamente realizzato dalla Gabriel, con il sostegno della Susan G. Komen, redatto “pro bono” dagli stessi componenti del direttivo dell’Associazione: Maria Grazia Forte, dirigente medico specialista in chirurgia e nutrizione clinica e oncologica integrata SIAN –ASL Bari, Elisabetta Sbisà, biologo molecolare del CNR. I menù dedicati, invece, sono stati elaborati da Adolfo Sbisà, fondatore della Apulian Natural Cookery School, percorsi di cucina naturale, che dedica una sezione alla nutrizione oncologica.

Oltre agli autori, prenderanno parte alla presentazione: Geny Palmiotti, Antonella Daloiso, presidente Associazione Gabriel, Antonio Delvino, direttore generale IRCCS, Domenico Lagravinese, direttore del dipartimento di prevenzione della ASL, Filippo Anelli, presidente FNOMCEO e dell’ordine dei Medici della provincia di Bari.

“Dedicato a tutti i pazienti oncologici che lasciano ogni giorno un segno indelebile nel nostro cuore e sono esempio e forza di vita”. Questo l’incipit dell’opuscolo che – ricorda Geny Palmiotti – “è anche un utile strumento per i medici. Per Ippocrate e Galeno, la malattia, in quanto squilibrio tra l’ambiente e il corpo e nel corpo stesso, si cura ristabilendo l’armonia. Pertanto, quando si parla di cancro non possono bastare solo le terapie, ma sono necessari una serie di elementi che concorrano al benessere psicofisico dei pazienti. Redatto da tre eccellenze della nutrizione oncologica, l’opuscolo rappresenta competenze e conoscenze che possono contribuire ad una più efficace risposta delle terapie e, al tempo stesso, risvegliare appetiti sopiti, desideri, voglia di vivere. Anche questo è armonia”.

L’opuscolo, il cui progetto grafico è della Open bge, è corredato, sul retro, da un qr code realizzato dagli allievi dell’Accademia delle Belle Arti, coordinati dalla prof. Rosanna Pucciarelli, che consente di collegarsi direttamente con la pagina facebook della Associazione Gabriel.

Gustose quanto benefiche le ricette, fra le quali alcune “in rosa”, specificatamente dedicate a chi ha incontrato il cancro al seno, utili non solo durante il percorso della cura, ma anche dopo, in questo vero e proprio prontuario della salute, corredato da splendide foto.