Senza il gettito degli apparecchi, 234 euro in più di tasse per ogni famiglia

Cronaca

ROMA – La fiscalità è il secondo grande tema affrontato nello studio realizzato dalla Cgia di Mestre, che parte dagli oltre sei miliardi versati annualmente da slot e Vlt, un dato che equivale al 60% di quanto l’intero comparto giochi garantisce allo Stato.

Una eloquente comparazione consente di valutare appieno l’impatto positivo delle entrate fiscali generate dagli apparecchi, le quali corrispondono alle risorse che verranno impiegate per reddito e pensione di cittadinanza nel 2019. Non solo: se mancasse il gettito di slot e Vlt, riferisce Agipronews, per rimpiazzarlo ogni famiglia dovrebbe versare 234 euro annui in più di tasse. Fotografando i 6,1 miliardi garantiti dagli apparecchi allo Stato nel 2017, la ricerca mette in evidenza come questa cifra sia superiore a quanto l’erario incassa dall’Imposta di Registro (5,3 miliardi) e dall’Addizionale Comunale Irpef (4,4 miliardi). Inoltre, corrisponde al 64% delle risorse impiegate per assicurare a 11,4 milioni di lavoratori dipendenti gli 80 euro mensili del “Bonus Renzi”.