La Murgia incenerita da un violento incendio

Ambiente & Turismo

Lambito il sito dell’uomo arcaico. Rogo  nei campi   in contrada Fornello

Giovanni Mercadante

La Murgia avvolta da un incendio. Incenerito un vasto territorio di  diverse decine di ettari lungo  il crinale che parte da dietro il santuario del Buoncammino in direzione del Pulo.

Le fiamme  hanno toccato anche il sito di Lamalunga, ovvero dell’uomo arcaico. Il rogo si è propagato verso mezzogiorno. Una famiglia di agricoltori, residente in un masseria del luogo, ha immediatamente avvertito i Vigili del Fuoco, i quali unitamente alle unità della Protezione civile e della Polizia locale si sono diretti sul posto con 2 squadre di uomini e   tre autobotti per spegnere le fiamme.

La situazione si è resa difficile perché tirava un forte vento. Non si conoscono le cause, se dolose o accidentali. La colonnina di mercurio registrava  in quel momento una temperatura di circa 37°. Ci sono volute diverse ore per domare l’incendio. Sul tardi, verso le ore 18:00 la Murgia ha cambiato volto; incenerito tutto il territorio.  Un fumo denso residuo ha ammorbato l’aria e distrutta tutta la vegetazione mediterranea.

Altra situazione di emergenza si è registrata nelle stesse ore  in contrada Fornello, in direzione di Santeramo in Colle a circa 5 chilometri dal centro abitato di Altamura. L’incendio  ha interessato un campo coltivato a cereali adiacente alla strada provinciale. Le fiamme si  sono propagate lungo i sentieri interni fino a lambire le due carreggiate e il rondò. I Vigili del Fuoco con una squadra di uomini e due autobotti insieme unità della Protezione e della Polizia locale sono prontamente intervenuti; verso le ore 17.00  ancora sul posto a domare le fiamme. La colonna di fumo levatasi in cielo ha avvolto mezza città. Il traffico è stato momentaneamente interrotto nei due sensi  di marcia.