Madre tenta di aiutare figlio con SLA, colta da malore, entrambi morti

Cronaca

La tragedia è accaduta a Terno d’Isola, nel Bergamasco, i corpi senza vita dell’anziana donna e del figlio sono stati trovati nel loro appartamento

Questa mattina a Terno d’Isola, in provincia di Bergamo, nella loro abitazione sono stati trovati morti Felicita Carminati, di 71 anni, e suo figlio, Thomas Arrigoni, di 44 anni. Secondo una prima ipotesi la madre sarebbe stata colta da un malore mentre azionava il sollevatore dotato di respiratore del figlio disabile. Il giovane affetto da sclerosi laterale amiotrofica, SLA, sarebbe morto, invece, per soffocamento, il respiratore al quale il giovane era attaccato aveva un’autonomia di 8 ore.

Il fisioterapista di Thomas, nel pomeriggio di ieri, si era recato presso la casa dei due sfortunati, aveva suonato al citofono, ma non aveva avuto risposta. L’uomo non si è preoccupato più di tanto perché era accaduto altre volte di non trovare madre e figlio a casa. Quando però è ritornato questa mattina e non ricevendo ancora una volta alcuna risposta si è allarmato. Il fisioterapista ha saltato il cancello della casa e attraverso una finestra ha visto i corpi della donna e del figlio, e ha chiamato subito i soccorsi. I medici del 118 hanno solo potuto constatare la morte dei due, forse avvenuta già da ieri.

F.Moretti