Il nuovo Bari comincia a prendere corpo

Sport

Il Bari comincia ad avere una sua fisiognomica, sia pur ancora virtuale in quanto, di fatto, i contratti non sono ancora ufficialmente conclusi, ma stando a quanto ci risulta, per alcuni giocatori ormai ci siamo, essi andranno a far compagnia a quelli confermati, vale a dire, a Marfella, Di Cesare, Neglia, Simeri, Bolzoni, Feola, Hamlili e Floraino, Dunque si diceva di una squadra che comincia a prendere corpo con le piste di Scavone e di Perrotta sempre attive. Sembrano, addirittura, in arrivo i due calciatori. Marco Perrotta, classe ’94, una ventina di presenze col Pescara lo scorso anno che ha centrato i playoff, e 186 presenze in Lega Pro, potrebbe essere il primo rinforzo dietro in difesa che andrebbe a far compagnia a Di Cesare. Bari e Pescara sono vicini all’intesa economica, inoltre al giocatore andrebbe bene la destinazione pugliese. Per Manuel Scavone l’accordo col Parma sembra verrà definito a giorni. Per Scavone si tratterebbe di un ritorno al Bari dal momento che ci ha già giocato in serie B nel 2011/2012 con Torrente. A questi dovrebbe aggiungersi il forte centrocampista Michael Folorunsho, uno dei più brillanti centrocampisti del torneo di C appena concluso. La trattativa, tuttavia, appare difficile ma non impossibile. Il costo del cartellino è valutato intorno al milione di euro ed il Napoli, che è pronto ad investire su di lui, lo cederebbe al Bari in via definitiva garantendosi la cosiddetta clausola recompra. 28 presenze nell’anno 2017-2018 a Francavilla Fontana e 31 nello scorso campionato con sei gol all’attivo sempre nella squadra brindisina, numeri che lo hanno reso un vero e proprio beniamino tra la tifoseria bianco celeste. Un centrocampista completo, duttile, che unisce la corsa, la resistenza e l’abilità alle doppie fasi di gioco, una mezzala disegnata sul campo che può giocare anche da centrale, ma soprattutto è dotato di un gran tiro dalla distanza che, spesso, può risultare fatale per le difese avversarie. Intanto proseguono le trattative con altri giocatori. Difficile arrivare a Brugman dal Pescara, più facile arrivare a Crisetig del Bologna. Dando per scontati gli arrivi di Kupisz, Bifulco, Frattali e di Corapi, il Bari guarda anche a Franco Ferrari dal Genoa, a Sabbione, difensore, dal Carpi e a Letizia, sogno proibito dal Benevento. Nel mirino anche il mai dimenticato Baraye dal Parma. Sondato anche il terreno per Giovanni Terrani reduce da un ottimo campionato a Piacenza. Insomma, tanta carne sul fuoco, in attesa di completare la squadra almeno al 70% per il ritiro di Bedollo che inizierà la settimana prossima con un prologo in sede prima di partire per il Trentino.

Massimo Longo