La sapienza dell’ignorante

Cultura & Società

Chi ostenta cultura confondendola per sapienza, non sa che la cultura e’ solo conoscenza che potrebbe decantare in sapienza, ma soltanto attraverso la coscienza. Infatti, anche un ignorante potrebbe essere un sapiente, ma solo quando agisce con coscienza. 

°°° 

LA SAPIENZA DELL’IGNORANTE

Ignorante è chi crede

di sapere non sapendo

e pertanto, non sapendo,

ignora di non sapere!

Se l’ignorante sapesse

di essere ignorante

e ne avesse coscienza,

già sarebbe un sapiente.

Invece il furbo pensa

di essere già sapiente

e borioso si compiace,

per la sua grande mente.

Però nel mondo dei furbi,

vige un’occulta legge:

“Colui che è più furbo

è chi sa fare il fesso!”

Acquisendone coscienza,

scoprirebbe di essere

un perfetto deficiente,

travestito da sapiente.

Sapere non è sapienza,

ma è solo conoscenza

che nella mente genera,

ma nel cuore si decanta.

Per agire con sapienza,

bisogna saper scrutare

la mente e la coscienza,

sapendole ascoltare.

La mente assorbe in se

la precipua conoscenza,

la coscienza la secerne

arricchita di sapienza.

Diventa vero sapiente,

chi pensa di non esserlo,

assumendo in se stesso,

di non sapere niente.

A volte, senza sapere,

nella sciente ignoranza,

potrebbe anche giacere

una solida sapienza!

PAOLO DE SANTIS

Pensierino

L’ignorante crede di sapere tutto poiché ignora di non sapere niente!