Sindacati in piazza per il Sud

Politica & Diritti

“C’e’ un arretramento di tutto il Paese rispetto all’Europa e non solo. Per noi l’Italia va unita e non divisa. Basta con le logiche dell’autonomia differenziata, che aumentano ancora di piu’ le disuguaglianze”. Lo ha detto il leader della Cgil Maurizio Landini a margine del corteo dei sindacati a Reggio Calabria. “C’e’ bisogno di fare investimenti – ha aggiunto Landini – sia in infrastrutture materiali ma anche in quelle sociali e serve una “Quelle regole sono sbagliate, ma non le possiamo modificare dichiarando guerra a tutta l’Europa. Dobbiamo modificarle rilanciando l’idea del sindacato che e’ contro l’austerita’ e per fare in modo che ci siano gli investimenti che ci permettano di andare avanti”.

Lo ha detto il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, a Reggio Calabria. “Noi siamo qui – ha aggiunto – per affermare questo e a quelli che ci dicono ‘dove eravate quando in Parlamento fanno le porcate’, noi continueremo a essere in piazza con i pensionati e con i giovani. Oggi, il reddito dei meridionali e’ esattamente la meta’ di quello del Nord, il debito pubblico dovrebbe essere uguale, fatemi capire come faremo a pagare questo debito pubblico se il Mezzogiorno non da’ una mano al rilancio economico del Paese. Non avremo possibilita’”.