L’Ordine di Malta “Dona un sorriso” in favore dei bambini di Chenobyl

Cronaca

Con il Progetto “Dona un sorriso”, dalla fine del 2016 la Delegazione di Terra d’Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta collabora con l’Associazione “Progetto Cernobyl” di Carugate (MI) ad un programma di accoglienza ed assistenza in favore di bambini provenienti dalle zone limitrofe alla centrale di Chernobyl. Tali bambini, inconsapevolmente, “pagano” le conseguenze di un evento disastroso verificatosi ben 33 anni fa, quindi decenni prima della loro nascita.

I bambini provengono da zone contaminate e, in tanti casi, appartengono a famiglie non agiate che si nutrono dei prodotti del territorio, procurandosi così una quotidiana esposizione agli isotopi radioattivi, che causano anemia, cancro alla tiroide, malattie cardiache e oncologiche.

Dopo aver trascorso tre settimane presso famiglie di Carugate, la Delegazione si è adoperata ad ospitare 13 bambini dal 14 al 21 giugno a Castellaneta Marina, dove stanno trascorrendo alcuni giorni allegri e sereni e dove poter godere della benefica esposizione all’aria marina e fare il bagno nelle limpide acque del nostro mare.

Soggiornare un mese in un ambiente non contaminato e, in particolare, alimentandosi con i sani prodotti tipici della dieta mediterranea, permetterà ai bambini di ridurre, anche fino al 50%, la quantità di cesio nel sangue con conseguenti sensibili vantaggi per il loro sistema immunitario.

Questa vacanza, oltre che avere indiscutibili effetti positivi sulla loro salute, costituisce una esperienza unica dato che per la maggior parte di loro è la prima volta che hanno contatto con il mare.

Un’altra bella esperienza è stata la visita a Taranto e, in particolare, alla sede della Delegazione dell’Ordine di Malta, Palazzo Ameglio, dove i nostri bimbi sono stati accolti con grande affetto dal Delegato, dott. Mario d’Ayala Valva, e da altri Cavalieri. Affacciandosi dal balcone rivolto al canale navigabile hanno potuto ammirare il ponte girevole e il Castello Aragonese assistendo alla suggestiva cerimonia dell’ammaina bandiera.

Tra qualche giorno ripartiranno per il loro paese, portando nel cuore e nella mente il ricordo di una esperienza indimenticabile di gioia e spensieratezza, di incontro con i Cavalieri dell’Ordine di Malta che hanno cercato di rendere il loro soggiorno il più speciale possibile.