La storia del movimento LGBT a Bari

Cronaca

La storia del movimento LGBT a Bari

Il Bari Pride racconta e celebra la sua Stonewall

Giovedì 20 giugno, alle ore 18:30, presso la libreria Feltrinelli di Bari (via Melo, 119) il Bari Pride celebrerà la storia del movimento di liberazione gay, lesbico, bisessuale e transessuale nella città

attraverso il racconto diretto dei maggiori attivisti – dagli anni ’90 ad oggi.

In vista della parata finale, che colorerà le strade di Bari il prossimo 29 giugno, abbiamo ritenuto fondamentale ricordare il significato storico e politico di tale manifestazione, e rendere omaggio alle persone che hanno reso Bari una città più vivibile e accogliente nei confronti della comunità LGBT. Interverranno, dopo i saluti di Carolina Velati (portavoce Bari Pride 2019): Carla Dedola (Arcigay 1992-1994), Richard Lee (Arcigay 1994), Francesca Vitucci (CLS/ Desiderandae), Antonella Favia (Arcilesbica 2008-2017), Eleonora Magnifico (artista e attivista transgender), Lucia Laterza (Agedo Puglia 2006-2017), Daniele Mangiulli (Famiglie Arcobaleno Puglia).

Modererà il dibattito il giornalista Vito Marinelli. La scelta dei relatori e delle relatrici non è casuale ma intende ripercorrere i passi in avanti che si sono compiuti nel corso degli anni, spaziando dall’affermazione della singola persona nella società al riconoscimento, anche giuridico, dei diversi tipi di famiglie.

(si apre in una nuova scheda)