Parcheggi a pagamento a Pulsano, Articolo Uno chiede la revoca del provvedimento

Cronaca

La Giunta guidata dal Sindaco Lupoli ha deliberato nelle scorse settimane l’istituzione dei parcheggi a pagamento in molte vie di Pulsano.

Tra queste, anche via Calati, la via dove si trovano gli ambulatori della Asl, frequentati da molti molti cittadini che si recano li per le necessarie prestazioni sanitarie, e che dunque a breve saranno costretti a pagare ben 1 euro all’ora per il tempo, spesso imprevedibile, d’attesa, cosa che graverà per l’intero orario di lavoro, al personale della struttura.

Questa decisione della Giunta di Centro-Destra appare davvero scandalosa, perché colpisce i cittadini che si recano in tale luogo per uno stato di bisogno o sofferenza,  e si ripercuote  sui lavoratori  che ogni giorno  si impegnano nei delicati compiti di assistenza e di cura.

Ancora più scandalose risultano  le motivazioni che il sindaco ha riferito, utilizzando la stampa, a supporto di tale scelta. Egli ssottolinea, infatti, che poiché gli operatori sanitari e lavoratori della Asl  parcheggiano  vicino alla struttura  il primo cittadino spera che, per non pagare, parcheggeranno  lontano lasciando liberi quegli spazi di sosta agli utenti che  saranno comunque costretti a pagare!

Il Sindaco compie dunque, un atto gravissimo : mette i cittadini contro gli operatori sanitari, con il risultato  assurdo che i cittadini pagheranno per curarsi ed il personale sanitario  per lavorare!

Pertanto, come capogruppo di Articolo uno, ho chiesto con una nota ufficiale alla Amministrazione Lupoli di revocare tale provvedimento al fine di rivalutarne le condizioni attuative,che risultano a nostro avviso  inopportune, e  di rimuovere almeno via Calati-la via della Asl- dalle zone con sosta a pagamento.  E se il sindaco volesse davvero riservare i parcheggi più vicini al presidio sanitario locale per gli utenti, bene, dovrebbe comunque lasciare la sosta gratuita per tutti potendo riservare agli utenti i posteggi più vicini.

Le difficoltà economico finanziarie dell’Ente si ripercuotono già da anni sui cittadini, a causa della cattiva gestione delle risorse dimostrata dalle Amministrazioni di Destra. Non accettiamo che la politica del “far cassa” gravi ancora sui cittadini sotto forma di nuova tassa per la sosta.

Come forza di Sinistra, in Consiglio comunale e nel paese, siamo pronti a lottare per una politica giusta e solidale, fondata sul miglioramento dei servizi offerti ai

cittadini e sul  benessere della comunità, tutelandone la coesione.

Paola Attrotto

Capogruppo Articolo Uno

Comune di Pulsano