Giornata internazionale del rifugiato

CronacaDiritti & Lavoro

Da oggi a venerdì 21 giugno eventi promossi dagli sprar e dalla casa delle culture con il patrocinio dell’assessorato al welfare. E il contributo delle realtà del terzo settore

Lezioni di storia sui rifugiati italiani, visite guidate in città per i nuovi arrivati e non solo, laboratori di rap, mostre di ceramica, gastronomia multietnica, concerti e altro ancora: è particolarmente ricco.

In occasione della Giornata internazionale del Rifugiato indetta dall’ONU per il 20 giugno, quest’anno un programma particolarmente ricco di iniziative è stato predisposto dagli enti attuatori degli SPRAR convenzionati con il Comune di Bari e dal Centro polifunzionale comunale Casa delle Culture. Le attività sono partite questa mattina e proseguiranno fino a venerdì 21 giugno.

Il programma, patrocinato dall’assessorato al Welfare, è realizzato con il contributo di diversi soggetti del terzo settore impegnati nell’accoglienza dei rifugiati e in attività di inclusione e integrazione: ARCI Bari, Etnie, Il Sogno di Don Bosco, Csise e GLR, enti attuatori degli SPRAR/SIPROIMI del Comune di Bari, il CAPS, ente gestore di Casa delle Culture, assieme ad ANPI, ADAS, Atipici Rugby, Refugees Welcome, SpazioART.

Di seguito il programma completo delle iniziative:

  • Lunedì 17: alle ore 9.30, nell’aula didattica di Spazio 13, in via Colonnello de Cristoforis 8, Pasquale Martino, responsabile divulgazione ANPI Bari, incontra i beneficiari adulti dello SPRAR “Bari Città Aperta” per parlare dei rifugiati italiani dell’antifascismo e della storia di Giorgio Marincola. A cura di ANPI Bari, ARCI Comitato Territoriale Bari, Etnie.
  • Martedì 18: alle ore 19, presso la Casa delle Culture, in via Barisano da Trani 15, Street Food Interetnico, Cibo e Musica – in collaborazione con Ethnic Cook – Origens e la partecipazione dei beneficiari dello SPRAR ARCI Bari e delle associazioni “In.Con.Tra” e Agesci Bari 10.
  • Mercoledì 19: alle ore 18, presso La Bottega, laboratorio urbano di Conversano, proiezione del film “Paese Nostro”.
  • Giovedì 20: alle ore 18, presso Spazio 13, evento pubblico di condivisione a cura degli SPRAR della città di Bari “La Casa dei Ragazzi del Mondo” e “Bari Città Aperta”. Il programma della serata:
  • dalle ore 18: “Fai un passo avanti” in collaborazione con l’associazione TOUPLAY gioco di ruolo: “Siamo tutti uguali, ma alcuni sono più uguali di altri”. Obiettivo del gioco è aumentare la consapevolezza sull’ineguaglianza, sviluppare un pensiero critico e promuovere empatia con le persone fragili. Seconda tornata di gioco alle ore 19.30.
  • ore 18.30: “Mani oltre il Confine”, laboratori di Nails Art a cura di Neda dall’Iran.
  • ore 19.30: interventi del sindaco Antonio Decaro, dell’assessora al Welfare Francesca Bottalico, dei coordinatori dei progetti SPRAR minori e ordinari del Comune di Bari e di Pasquale Martino dell’ANPI Bari;
  • ore 20: presentazione del progetto “Refugees in Rhyme” in collaborazione con Walino e l’associazione ADAS – Accademia delle Arti di Strada; a seguire presentazione del progetto “Refugees Welcome”.
  • ore 20.30: concerto dei Sudjembe Afro Percussion, progetto nato da un’idea di Ugo Custodero e Maurizio Lampugnani.
  • ore 22.00: Nu-World dj set, selezione di musica elettronica da tutto il mondo: soul, reggae, hip hop, drum & bass, balkan, afro, asian; World corner food a cura di Urban-Cucina a peso; nel foyer del teatro “L’arte della ceramica di Elvio Arancio”, la mostra a cura dell’associazione SpazioART; presente, infine, un banchetto espositivo/informativo dell’associazione Atipici Rugby Bari, squadra nata nel 2014 dal progetto Uniti alla meta con lo scopo di promuovere il rugby integrato come strumento di cambiamento sociale.
  • Venerdì 21: dalle ore 10 alle 12.30 a Bari vecchia, “Storie di una Città Meticcia”, la storia di Bari attraverso le migrazioni, visita guidata nei luoghi storici della città con la Professoressa Giulia Perrino.