Fasano, ennesimo abuso su minore. Arrestato un nonno

Cronaca

Le presunte violenze sessuali attuate dal nonno sulle 3 nipotine sarebbero avvenute dal 2009 all’aprile del 2019

Per dieci anni l’anziano avrebbe abusato delle bambine, di età compresa tra i 10 e i 14 anni. A raccogliere le confidenze delle giovani vittime sono state le loro insegnanti, le quali hanno allertato i carabinieri.

Nelle prime ore del mattino di oggi, il 71enne di Fasano è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emesso dal tribunale di Brindisi, su richiesta della Procura della Repubblica. Il nonno è indagato per “presunti atti di violenza sessuale aggravata dall’aver commesso e reiterato il fatto in danno delle nipoti minorenni, con abuso di relazioni domestiche”.

Le indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di ricostruire la dolorosa vicenda delle tre bambine. Grazie all’intervento di uno psicologo della Procura, le vittime sono state in grado di raccontare quello che accadeva nella casa dei nonni. I presunti episodi di abusi sarebbero cominciati nel 2009 con la maggiore delle nipoti e sarebbero andati avanti fino all’aprile del 2019. Le piccole hanno raccontato che, una volta diventate più grandi, quando rimanevano a dormire a casa del nonno, per paura chiudevano a chiave la porta della stanza da letto.

I carabinieri, nel loro rapporto, hanno scritto che “La presunta ripetizione nel corso degli anni delle gravi condotte delittuose, ha dimostrato l’incapacità dell’indagato di contenere gli impulsi sessuali e ha rivelato un concreto pericolo di reiterazione delle medesime condotte”.

Per tali motivi, per il nonno di Fasano è stato disposto il provvedimento degli arresti domiciliari, con l’obbligo di non allontanarsi dalla propria dimora senza l’autorizzazione del giudice, e di non comunicare con alcun mezzo con persone differenti da quelle con cui convive o che si prendono cura di lui.

Francesca Moretti