Michele Laurino rieletto sindaco del Comune di Sant’Angelo Le Fratte.

Cronaca

Il sindaco Michele Laurino

SANT’ANGELO LE FRATTE -(Potenza)

Michele Laurino rieletto sindaco del Comune di Sant’Angelo Le Fratte. Sabato 8 giugno 2019 la cerimonia di riconferma nella sala consiliare davanti ai suoi concittadini

Giovanni Mercadante

 Cerimonia di giuramento del sindaco Michele Laurino;a destra la segretaria comunale Benedetta Cuomo

Michele Laurino  sindaco uscente è stato  riconfermato alle recenti elezioni del 26 maggio 2019 sindaco di Sant’Angelo Le Fratte. Ha battuto il candidato sindaco Gerardo Coppola  con la lista “Costruisci il tuo futuro”.

Con la lista “Continuità per il futuro” con 520 voti di preferenze pari al 53,72%  Michele Laurino è stato premiato dai suoi concittadini  per l’impegno profuso in favore del territorio durante le ultime due legislature. La cerimonia di insediamento è  stata celebrata nel pomeriggio di sabato 8 giugno 2019 alla presenza della segretaria comunale dott.ssa Benedetta Cuomo, la quale ha fatto prestare giuramento al sindaco per la carica istituzionale.

Presenti anche i nuovi consiglieri, e nominati:  Vincenzo Ostuni Vicesindaco; Franco Fiscella Assessore; capogruppo della maggioranza Antonietta Ostuni e della minoranza Gerardo Coppola.

Con una relazione ricca di contenuto, il sindaco M. Laurino ha illustrato tutti i progetti portati a termine negli ultimi dieci anni di sindacato. La riconferma è un “atto d’amore” della sua comunità.  Laurino, comunque, ha tenuto a sottolineare che sarà il sindaco di tutti; la competizione elettorale è un normale confronto democratico, fatto di dialettica in cui prevale la concretezza dei progetti.  Il futuro di Sant’Angelo Le Fratte – ha dichiarato M. Laurino –  è tracciato nel solco della continuità, dove spicca  soprattutto la qualità. E’ una enorme soddisfazione essere rieletto per la terza volta. E’ un grande onore che ti fa amare ancora di più il proprio paese, perché il lavoro fatto di sacrifici, di notti insonni, di decisioni sofferte, premia sempre.

Un piccolo borgo abitato da poco più di 1.500 anime che si è ritagliato un posto nel panorama dei borghi più belli della Basilicata. Sempre al centro dell’attenzione dei mass-media, da cui vengono diffusi progetti messi in campo nel territorio.

Adesso bisogna rimettere in moto la macchina amministrativa; non c’è discontinuità. E’ stata solamente una pausa. Ci sono molti obiettivi nell’agenda del sindaco M. Laurino.

Sant’Angelo Le Fratte diventerà il paese più importante della Basilicata in virtù degli attrattori culturali: murales, cantine, monumenti di artisti locali, pinacoteca, aree di divertimento. E’ capofila di 29 comuni messi in rete denominati  BEL/Borghi Eccellenti Lucani per uscire dall’isolamento regionale.  Il “deus-ex-machina”  di questo progetto è sempre lui: M. Laurino.

Senza trascurare le buone pratiche amministrative messe in atto  a difesa dell’ambiente e a tutela del cittadino, tanto da essere indicato il Comune più virtuoso dove si pagano le tasse più basse della Basilicata. La continuità amministrativa, ha aggiunto M. Laurino, è la proiezione dei progetti a breve e a lungo termine. La costituzione di una rete di B&B e alberghi diffusi; l’invito rivolto a pensionati italiani e stranieri a risiedere nel territorio attraverso incentivi nell’acquisto di case e di assistenza socio-sanitaria; insomma è stato il primo Comune d’Italia a partecipare alla piattaforma turistica on line per la terza età, con lo scopo di intercettare pensionati del nord Europa.

Un altro progetto approvato l’anno scorso, e da portare a conclusione, è la ferrovia gommata sospesa, al momento al vaglio della Comunità Europea per i finanziamenti. Sarà la ciliegina sulla torta. 

Immagini di murales

Sant’Angelo Le Fratte sarà  “l’ombelico del mondo” con questo progetto pilota, i cui impianti saranno visionati da una moltitudine di progettisti, amministratori pubblici, visitatori e turisti. La scarsità di strade per raggiungere il borgo geomorfologicamente particolare posto sotto una montagna spaccata, ha fatto propendere il sindaco M. Laurino a prendere una decisione lungimirante per una mobilità urbana eco-sostenibile dal sapore futuristico. Il contenuto del progetto è: utilizzo di shuttle su binari sospesi; basso impatto ambientale; utilizzo di fonti energetiche rinnovabili; zero emissione di idrocarburi; utilizzo gratuito del sistema di trasporto a gestione comunale. Probabilmente questo progetto potrebbe prendere un altro percorso di finanziamento attraverso la formula governativa di “contratti  istituzionali di sviluppo”.

Si inserisce in una nuova logica di finanziamenti  con fondi residui non utilizzati; esaminata la priorità, i progetti vengono finanziati tramite l’agenzia INVITALIA che li accompagna fino alla realizzazione.

Il piccolo borgo lucano viene seguito dai molti  santangiolesi emigrati all’estero: Monaco di Baviera, Stoccarda, Ticino/Svizzera. La loro presenza si è materializzata in occasione delle elezioni che hanno tifato per M. Laurino.

Giovanni Mercadante

corrispondente dell’Alta Murgia