Giornata delle Comunicazioni sociali

Cultura & Società

Martedì 4 giugno 2019, alle ore 20 Seminario Vescovile di Molfetta

Domenica prossima, 2 giugno, Solennità dell’Ascensione, celebreremo la 53^Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali sul tema «Siamo membra gli uni degli altri” Dalle community alle comunità». Argomento suggestivo perché attuale in quanto è forte il rischio di rinchiudersi in piccoli o grandi gruppi omologati, reali nei pensieri benché virtuali nei mezzi.

Nella stessa domenica, ormai da molti anni, celebriamo anche la Giornata del Settimanale diocesano Luce e Vita che in questo anno vive il 95° di pubblicazione(1924-2019).

É l’occasione questa per  fare una verifica condivisa dell’impegno che nella Diocesi si svolge nell’ambito delle Comunicazioni sociali e, in particolare, della funzione affidata al settimanale diocesano, stante anche la crisi che attanaglia l’informazione su carta stampata.
Per questo rivolgiamo un vivo e accorato invito ai Lettori, ai Parroci, ai Direttori degli uffici diocesani di pastorale, a trovarci, martedì 4 giugno 2019, alle ore 20 presso l’Aula Magna del Seminario diocesano, insieme al Vescovo Domenico, per confrontarci, in una sorta di redazione aperta.

Dove va la comunicazione in Diocesi? Redazione aperta nel 95° di Luce e Vita.

Alla introduzione del direttore Luigi Sparapano, seguiranno alcuni interventi programmati, di laici e sacerdoti:

  • don Vito Bufi, parroco e direttore dell’Ufficio pastorale diocesano
  • Prof. Lorenzo Pisani, Lettore abbonato
  • don Angelo Mazzone, parroco ed economo diocesano
  • Interventi liberi
  • Conclusione del Vescovo S.E. Mons. Domenico Cornacchia
  • Modera Michelangelo Parisi, vicedirettore UCS.

Se vogliamo bene ad uno dei simboli della nostra Chiesa locale non possiamo mancare, l’invito è rivolti a tutti!

Nella giornata di domenica 2 giugno in ciascuna parrocchia sarà ricordato il messaggio del Papa e saranno raccolte offerte per Luce e Vita, a cura degli Animatori della Comunicazione o dei Parroci; Luce e Vita n.22 esce con un numero speciale di 12 pagine in cui si raccolgono storia, riflessioni, commenti e numeri circa la vitalità e la funzione del giornale diocesano.