Il presente e il futuro nei percorsi di alternanza

Eventi & Spettacoli

L’evento organizzato dai Consulenti del Lavoro.

Saranno presenti anche gli studenti che hanno partecipato all’alternanza scuola-lavoro.

Lunedì 3 giugno 2019, dalle 8.30 alle 12.30, Auditorium della Camera di Commercio di Foggia.  

“Il presente e il futuro nei percorsi di alternanza” è il titolo scelto per il convegno in programma lunedì 3 giugno, dalle 8.30 alle 12.30, nell’auditorium della Camera di Commercio di Foggia, organizzato da Ordine dei Consulenti del Lavoro – Consiglio provinciale di Foggia, in collaborazione con Camera di Commercio Foggia, Associazione Giovani Consulenti del Lavoro,  Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro.

Il titolo del convegno è un chiaro riferimento all’idea del passaggio del testimone tra il presente – rappresentato da quelli che oggi sono i professionisti – e il futuro, ossia gli studenti che si affacciano al mondo del lavoro.

Infatti l’evento – che rappresenta la fase conclusiva del percorso di alternanza scuola-lavoro dell’anno scolastico 2018/2019 – vedrà la presenza degli studenti e delle studentesse di diversi Istituti Tecnici della Provincia di Foggia ai quali sarà consegnato un attestato di partecipazione per riconoscere l’impegno dimostrato nel corso delle giornate trascorse presso gli studi professionali.

“Da anni i Consulenti del Lavoro sono impegnati nel percorso di alternanza scuola-lavoro, un’opportunità che avvicina gli studenti e le studentesse al mondo del lavoro e li coinvolge direttamente, mettendo alla prova il bagaglio di saperi maturati nell’ambito del percorso scolastico”, afferma Elisabetta D’Agnone, consulente del lavoro e responsabile alternanza scuola-lavoro, che prenderà parte al convegno.

Interverranno anche il presidente della Camera di Commercio Fabio Porreca, il presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro della provincia di Foggia Massimiliano Fabozzi, il presidente A.N.C.L. UP Foggia Fabrizio Stefano Solomita e il presidente A.N.G.C.L. Foggia Pio Paolicelli.

La partecipazione all’evento dà diritto a 4 crediti formativi in deontologia.