“Overbari Maxibasket 2019” è già un successo

Sport

Il torneo di basket master ha convinto e divertito nel weekend appena concluso

L’abbraccio tra le protagoniste al termine della finale over 45 femminile

Overbari Maxibasket 2019, in programma nel capoluogo pugliese durante il weekend, ha avuto il riscontro atteso. Nelle palestre dell’Angiulli Bari e del Cus Bari, si sono alternati i cestisti master, che si sono dati battaglia dal primo all’ultimo dei minuti di ogni singola contesa. Il programma delle tre categorie (over 45 femminile e over 40 e 50 maschili) è stato rispettato appieno, con momenti di puro divertimento, grazie anche alla partnership di Puglia Promozione e dell’Assessorato allo sport del Comune di Bari, nella persona dell’assessore Pietro Petruzzelli, che tanto ha creduto nella riuscita della manifestazione.

Nella categoria Over 45 femminile la vittoria è andata alle Highlander Pesaro che si sono aggiudicate la prima edizione femminile di questo Overbari Maxibasket, battendo in finale la formazione dell’Overbari 41 a 21. Troppo esperta la formazione marchigiana che vanta al suo attivo diversi tornei nazionali ed internazionali, nonostante i tentativi delle rivali pugliesi che hanno schierato l’esperta cubana Taimara Suero Coronado (ex olimpica, con due ori ai panamericani nel palmares). Miglior giocatrice della finale è risultata la pesarese Isa Lo Buono.

Intanto, nella sezione maschile over 50 sono stati i Cani Sciolti di Fasano a vincere sul Cus Bari. Baresi sempre a rincorrere senza successo il gruppo ospite, sino al 38-48 finale.

L’ultima finale (over 40 M) è stata conquistata dal Cus Foggia, capace di battere l’Overbari 63-54 (rinforzata dallo scudettato Beppe Natali) nella seconda parte dell’incontro, dopo essere stata sotto anche di 14 punti. Migliore della contesa è risultato il foggiano Nicola Padalino.

La prima edizione del torneo Overbari Maxibasket ha centrato l’obiettivo. Il prossimo step è farlo diventare sin dal 2020 un appuntamento che coinvolga squadre dell’intero Continente, così come ormai avviene per i Master di Spagna, Irlanda, Inghilterra, Lituania e Serbia, solo per citarne alcuni. Per questa prima edizione, intanto, hanno potuto apprezzare la città di Bari, formazioni di Milano, Pesaro e provenienti dal resto della Puglia, con una partecipazione di atleti provenienti da altre nazioni che si sono uniti alle squadre italiane.