Rappresentativita’ aggiornata

Cronaca

Il C.G.I.E. (Consiglio Generale degli Italiani all’Estero) è l’organismo di consulenza del Parlamento e Governo circa le questioni che implicano la nostra Comunità oltre frontiera. Dal suo varo, l’organismo era formato da 65 Membri prescelti all’estero, dai “Grandi Elettori” dei Com.It.Es. e delle Associazioni riconosciute in Patria. Il totale dei membri del Comitato era di 94 persone. Di cui 29 di nomina governativa.

Un DL del 2014 ha ridimensionato la composizione del C.G.I.E. Il numero dei Membri è passato da novantaquattro a settantadue. I 29 Membri di nomina governativa sono stati portati a 20. Quelli eletti dall’estero che sono passano a 43. Poi, sarà la volta dei Parlamentari. Magari dopo un Referendum Istituzionale. Dato che Democrazia significa anche chiarezza, torniamo a chiederci le ragioni di questi”tagli” che, a ben osservare, vanno a ridurre significativamente anche il numero dei Membri C.G.I.E. eletti all’estero.

Nell’attesa, sempre più sperabile, in un sostanziale cambio delle funzioni di consulenza e dalla dipendenza di questa connessione col MAECI, sosterremmo un sistema di rappresentatività dei Connazionali all’estero più “attuale”. Cioè in un organismo consultivo abilitato a emettere pareri, obbligatori, alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Tramite questo giornale internazionale, proveremo a sensibilizzare gli indecisi o disinformati e, soprattutto, le Associazioni italiane nel mondo. Il nostro è, e rimane, un intento per rendere operative scelte più consone con i tempi che investono, indubbiamente, anche i Connazionali che vivono altrove. Ciò anche in previsione di una rappresentatività a livello UE.

Giorgio Brignola