Una sanità migliore per la Regione Puglia: urgenti proposte operative

Benessere & Medicina

I medici si confrontano con i cittadini

Di Riccardo Guglielmi

Mercoledì 15 maggio alle ore 17.30 in Viale della Repubblica 56, presso il Comitato Centrale Di Rella Sindaco, si svolgerà un incontro aperto a tutti quelli che hanno a cuore il destino della nostra sanità dal titolo “Sanità regionale pugliese – stato dell’arte organizzativo e futuro”. Una task force di medici apprezzati per le qualità professionali dalla nostra comunità, di specialità e provenienza lavorativa diversa, Università, Ospedale, Sanità accreditata, coordinata dal chirurgo Giuseppe Giordano, si confronterà sui modelli organizzativi messi in campo dalla Regione Puglia. Occasione unica che permetterà di confrontarsi con utenza, politica, amministratori e i fornitori di servizi, permettendo ai tecnici della sanità di avanzare quelle proposte operative indispensabili per rispondere presto e bene ai bisogni di salute dei cittadini pugliesi. Obiettivo comune è rendere il nostro servizio sanitario regionale più efficiente ed efficace. Tra i relatori Marco Ciccone, Vincenzo Pestrichella, P. Ialongo, P. e S. Bettocchi.  Le differenze tra Nord e Sud, grazie alle esperienze personali, saranno trattate da N. Mustacchio e dalla dott.ssa R. Basile. Le criticità attuali sono tante, gestione della cronicità, mobilità extraregionale, liste di attesa, medicina difensiva, mancata valorizzazione delle eccellenze, scarse risorse e blocco delle assunzioni, in Puglia sono necessari 6000 nuovi operatori sanitari. Le soluzioni a tutt’oggi avanzate, frutto di mancata concertazione con l’utenza e gli operatori sanitari, un esempio per tutte il paventato blocco dell’attività libero professionale, sono solo demagogiche e inefficaci. La speranza è che la nuova classe politica, espressione della volontà popolare dopo le prossime elezioni, possa invertire quella pesante eredità disorganizzativa, valorizzando professionalità ed eccellenze. E’ necessaria una nuova alleanza tra tecnici, finanziatori e utenza. Basta con i tagli, i prossimi amministratori dovranno impegnarsi a ripristinare il giusto flusso delle risorse, nazionali ed europee, per garantire al cittadino pugliese una sanità di qualità. Bisogna far presto e saper scegliere. L’operatività è la carta vincente.