Politica di facciata

Politica & Diritti

Il varo dell’Esecutivo Di Maio/Salvini, tenuto conto degli sviluppi politici dell’abbinata, continua a non presenta garanzie per il futuro del Paese. Vedremo, al momento di rendere operativi tutti i contenuti del famoso”contratto” di governo per gli italiani, quanto sarà concreto ciò che è stato pattuito.

Certe illogicità, però, non ci sono sfuggite. Nella stessa Maggioranza parlamentare, anche Forza Italia ha già evidenziato che remare contro. Questo, a nostro avviso, non che l’inizio di un’evoluzione politica che potrebbe generare più svantaggi di quelli che avevamo paventato. Siamo preoccupati, prima di tutto, per gli “adattamenti” che dovranno, gioco forza, essere apportati al contratto di governo 5S/Lega. Perché un giudizio sul buon governo italiano ci giungerà, anche dall’imminente nuovo Parlamento UE. Meglio rilevarlo da subito.

In definitiva, tutto potrebbe essere”corretto”. Non vediamo il perché non lo possa essere l’accordo che ha portato il Centro/Destra a governare il Paese. Resta, per ora, l’euforia di un risultato politico impensabile. Anche dopo i clamorosi colpi di scena, non solo di “facciata”, che ci hanno fortemente preoccupato.

Insomma, il dubbio d’essere alla presenza di un esecutivo di transizione c’è ancora tutto. In politica, anche in considerazione della nostra posizione comunitaria, i colpi di scena governativi potrebbero continuare a essere all’ordine del giorno.

Giorgio Brignola