Pierfranco Bruni al liceo di Manduria con il suo pavese

Cultura & Società

Verso i SETTANT’ANNI della scomparsa di  Cesare Pavese con Pierfranco Bruni al LICEO DE SANCTIS GALILEI DI MANDURIA (TA). L’evento è stato inserito nel Seminario per Studenti – Obiettivo prima prova. Un titolo affascinante, “CESARE PAVESE. SIAMO ISTANTI”, tra il filosofico letterario e letteratura esistenza in un Istituto al centro delle attività culturali e dei processi innovanti proprio nelle dialettiche culturali.
Si tratta di un vero e proprio evento che vede la collaborazione del Mibac, il quale da anni punta alla promozione e valorizzazione del Novecento letterario italiano. Pierfranco Bruni con gli scritti di Pavese ha un legame profondo, tanto da considerarlo il più importante scrittore del secondo Novecento dopo D’Annunzio. A Pavese Bruni ha dedicato ben sei libri l’ultimo dei quali ha un titolo diretto: “Amare Pavese”, editore Pellegrini.
La mattinata prevede i saluti della dirigente scolastica Maria Maddalena Di Maglie con il coordinamento dei docenti Anna Rita De Carlo e Angela Portulano. Sarà arricchita con la visione di video curati da Stefania Romito.
La manifestazione si svolgerà il prossimo giovedì 9 maggio nello splendido Teatro De Sanctis del Liceo di Manduria alle ore 10.30. Si tratta di una vera e propria anticipazione delle celebrazioni dedicate a Cesare Pavese. Il pregio va ad un Istituto scolastico che ha fatto del legame cultura scuola ( ovvero formazione conoscenza promozione) un punto di riferimento aperto alle dialettiche più articolate oltre gli schemi consueti. Il Pavese di Pierfranco Bruni propone una interpretazione oltre la critica. È come ci fosse un dialogare tra i due. In questo dialogo si colgono i segni di uno scrittore consegnato alla metafisica e ad una visione estetica.