E se a separarsi sono i genitori con figli disabili?

Eventi & Spettacoli

CE.S.ME.F a.p.s. Centro Servizi di Consulenza e Mediazione Familiare organizza martedì 7 Maggio p.v. dalle ore 8.30 alle 13.30 un evento formativo su Disabilità e Famiglia dal titolo ” E se a separarsi sono i genitori con figli disabili? In Mediazione Familiare per salvare il progetto Genitoriale”. L’evento si terrà nella Sala Bernini del Grand Hotel Tiziano di Lecce.

Nella stessa giornata alla presenza dei formatori e docenti, verranno inaugurati il Master in Mediazione Familiare Sistemico e Globale ed il Corso in Mediazione Penale Penale Minorile.

E se a separarsi sono i genitori con figli disabili?

La Mediazione Familiare è un intervento per salvare il progetto Genitoriale, un intervento volto alla riorganizzazione delle relazioni familiari e alla risoluzione o attenuazione dei conflitti in caso di separazione o di divorzio. Il percorso di Mediazione Familiare interviene sulla gestione dei conflitti, promuove il dialogo e la comunicazione ove il conflitto aveva indotto alla cessazione di ogni rapporto, rinforza e protegge la genitorialità.

Quando all’interno della famiglia il soggetto colpito è un figlio disabile, la sofferenza si allarga coinvolgendo drammaticamente i suoi familiari, colpiti nella propria generatività o nella propria esperienza di fratelli, non più membri di un gruppo di pari.

La Mediazione Familiare sostiene la famiglia ed i soggetti stessi in situazione di crisi (che mettono in atto dei processi spontanei), a ripararsi dalla sofferenza senza negarla, cercando di crescervi dentro, utilizzando ciò che resta di positivo nella loro vita per sviluppare capacità alternative e promuovere nuovi adattamenti.

Famiglie normali, comuni, che in condizioni difficili mostrano capacità di recupero fuori dal comune, promuovendo la qualità della vita dei propri membri.

L’obiettivo della Mediazione è accompagnare la “famiglia” ad essere resiliente, attribuendole una qualità meccanica dell’acciaio che in particolari leghe permette ad una barra di flettersi senza rompersi, quando è sottoposta a pressioni eccezionali, riprendendo poi la propria forma originaria. Soggetti appunto “d’acciaio”, capaci di non “rompersi” di fronte alle avversità (Walsh, 2008).

Interverranno Stefano MINERVA Presidente della Provincia di Lecce, dott.ssa Patrizia MARZO Presidente Ordine Assistenti Sociali Puglia, dott.ssa Roberta ALTAVILLA Presidente Ordine Avvocati di Lecce dott.ssa Isabella BUZZI (Mediatore Familiare, Supervisore, componente direttivo AIMeF),

Avv. Alessandro NOCCO Esperto in analisi e governance di sistemi e servizi complessi. Coordinatore dei Servizi di Integrazione Scolastica Disabili – Puglia – Socioculturale, dott.ssa Marina LILLA Psicologa -Psicoterapeuta Familiare CEPSIA Lecce, dott.ssa Monia GUGLIELMO (Mediatore Familiare AIMeF, Coordinatore Genitoriale), dott.ssa Anna STURINO Dirigente Scolastico .Mediatrice Familiare A.I.Me.F, dott.ssa Norina STINCONE Assistente Sociale Consultori Familiare ASL -Mediatrice Familiare, Avv. Luisa CARPENTIERI Avvocato- Componente del Consiglio delle Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Lecce.

Conduce la dott.ssa Francesca PASTOREsi apre in una nuova scheda)