Sheremetyevo, morto da eroe assistente di volo dopo aver messo in salvo passeggeri

Politica & Diritti

© AFP 2019 / Viktor Marchukaites

L’assistente di volo dell’aereo che è bruciato a Sheremetyevo è morto dopo aver messo in salvo i passeggeri, segnala il media Vesti.

Vesti, riferendosi alle testimonianze, osserva che fino alla fine l’assistente di volo aveva tirato fuori dall’aereo in fiamme i passeggeri. È stato aiutato dai colleghi Tatyana Kasatkina e Ksenia Vogel.

Il sito dell’aeroporto Sheremetyevo, dove l’aereo della compagnia Aeroflot Sukhoi Superjet 100 ha preso fuoco, è diventato nero in segno di lutto.

L’aereo Sukhoi Superjet 100 del volo Mosca-Murmansk, è rientrato urgentemente all’aeroporto di Sheremetyevo per compiere un atterraggio d’emergenza dopo 28 minuti di volo. L’aereo è riuscito ad atterrare solo al secondo tentativo per le condizioni meteorologiche avverse. Durante l’atterraggio, i motori hanno preso fuoco. Secondo il Comitato Investigativo sono morti 13 passeggeri, tra cui 2 bambini.