Sparatorie in pieno centro a Napoli

Politica & Diritti

“Quello che e’ successo a Napoli e’ terribile. Inaccettabile. Purtroppo che si spari in pieno giorno non e’ una novita’. Bisogna agire ora. Senza tregua e senza indugi, non per contenere il fenomeno camorristico ma per annientarlo definitivamente. Sono vicino alla piccola ferita. Tutta Italia e tutta Napoli e’ con te”. Lo scrive su Facebook il presidente della Camera, Roberto Fico. “Ora il Governo e il Parlamento devono avere la massima attenzione e agire subito con un cambio di passo effettivo su Napoli, a partire dal ministero dell’Interno”, conclude.

“E’ inaccettabile che clan si sparino in centro, a Napoli, per il controllo del territorio. Non puo’ continuare una situazione del genere in una societa’ civile. Questo e’ un fenomeno che non bisogna contenere: bisogna distruggerlo, annientarlo”, ha poi ribadito il presidente della Camera a Radio Capital. “Mi aspetto che il ministro dell’interno attenzioni Napoli ai massimi livelli. Io ho parlato e portato la questione all’attenzione di polizia e dirigenti. Dobbiamo debellare questo fenomeno”. “Bisogna agire”, ha aggiunto Fico.

E in queste ore c’è stata un’offensiva delle forze dell’ordine nel napoletano, con una serie di arresti. I primi riguardano l’omicidio di camorra avvenuto il 9 aprile a Napoli, a San Giovanni a Teduccio, a pochi passi da una scuola e davanti al nipotino di quattro anni della vittima. L’operazione di polizia e carabinieri è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea. Le altre misure di custodia cautelare sono state emesse nei confronti di cinque appartenenti a un clan camorristico.

“Dodici arresti a Napoli. Complimenti a Polizia e Carabinieri per i velocissimi arresti di questi camorristi che hanno sparato per le vie di Napoli. È una risposta concreta: lo Stato c’è, si fa sentire, non dà tregua ai boss. Ed episodi come quello di ieri non resteranno impuniti. Vinceremo noi”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.