La Puglia del cibo

Ambiente & Turismo

Le politiche di distretto per lo sviluppo della filiera agroalimentare.

La Regione Puglia ha ridisegnato il futuro economico del proprio territorio, promuovendo con forza la politica dei distretti. In linea con le direttive regionali sta nascendo l’idea della costituzione del Distretto Produttivo Agroalimentare di Qualità Puglia Federiciana.

I distretti produttivi rappresentano, certamente, uno strumento particolarmente incisivo per la promozione dello sviluppo e della competitività locali: una rete di imprese legate tra loro, in territori non confinanti, che svolgono, in collaborazione anche con le Istituzioni locali, attività condivise per rilanciare il tessuto produttivo pugliese.

Il Distretto Produttivo Agroalimentare di Qualità Puglia Federiciana nascerebbe, dunque, ripercorrendo questa mission e dalla comune riflessione di due GAL (Gruppi di Azione Locale), espressione di territori accomunati da identità produttive come quello del Tavoliere di Cerignola e quello di Ponte Lama con Bisceglie, Molfetta e Trani, e delle due Associazioni più rappresentative delle realtà tipiche di tutto il territorio compreso tra Andria e Corato come “Le strade del vino” e “Le strade dell’olio”. In più, la grande concentrazione di imprese agricole ed agroalimentari, ubicate in un ambito territoriale che, partendo dal Sud della provincia di Foggia ed attraversando il “mare verde” degli uliveti della BAT, giunge fino al litorale, configura alla perfezione quello che generalmente si intende per “Distretto”.

Un Distretto caratterizzato da una secolare attitudine a produzioni agroalimentari di straordinaria qualità, da un solido patrimonio di relazioni, conoscenze e saperi e dalla presenza di un robusto indotto al servizio delle imprese locali. A tutto ciò si aggiunge il patrimonio dell’accoglienza e della ristorazione, che in questo contesto trovano la propria naturale collocazione, oltre che delle imprese della pesca che per la fascia costiera rappresentano un’importantissima fonte di reddito e di cultura.

Di tutto questo si parlerà nel convegno che si svolgerà Lunedì 6 Maggio alle ore 17:30 presso l’Hotel Parco dei Principi a Bari, insieme alle imprese promotrici e ai rappresentanti delle Istituzioni pubbliche nazionali e regionali.

I saluti istituzionali saranno affidati all’Assessore all’Agricoltura e allo Sviluppo RuraleLeonardo di Gioia. Gli interventi tecnici saranno realizzati, invece, da Michael Zacchi di Teamsystem, che descriverà le tematica relativa al futuro delle filiere produttive e le blockchain, da Gianni Porcelli, Direttore del GAL Ponte Lama, che approfondirà l’importanza di un Distretto produttivo agroalimentare  di qualità, da Gianluca NardoneDirettore del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambiente, che delineerà le strategie pugliesi per lo sviluppo dell’agroalimentare, mentre l’approfondimento delle politiche di Distretto a livello nazionale sarà affrontato al Responsabile per le Politiche di Distretto del MIPAAFT, Alessandro Apolito. Le conclusioni spetteranno al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, mentre a coordinare l’incontro ci sarà Onofrio Giuliano, Presidente del GAL Tavoliere.