Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli Presentazione dei volumi: L’archivio della Chiesa Maria Santissima Annunziata di Modugno

Presentazione dei volumi: L’archivio della Chiesa Maria Santissima Annunziata di Modugno

Riceviamo e volentieri pubblichiamo invitando i nostri lettori a partecipare attesa la valenza culturale dell’evento annunciato.

Il 3 maggio 2019, alle ore 19,30 presso la Chiesa di Santa Maria del Suffragio (Purgatorio), in piazza del Sedile a Modugno, la Parrocchia Maria Santissima Annunziata di Modugno e la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e Basilicata invitano alla presentazione dei volumi, il primo di storia istituzionale e gli altri due di inventario dell’archivio, intitolati L’archivio della Chiesa Maria Santissima Annunziata di Modugno (secc. XV-XX), Storia istituzionale e Inventario, a cura di Chiara Manchisi, Ecumenica Editrice-Bari, dicembre 2018.

Saluti:

Nicola Colatorti, parroco della Chiesa Maria SS. Annunziata di Modugno

  • Nicola Magrone, Sindaco di Modugno
  • Giuseppe Di Marzo, Presidente dell’Ecumenica Editrice

Interventi:

  • Michele Durante, già Direttore dell’Archivio di Stato di Taranto
  • Chiara Manchisi, già Funzionario della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e Basilicata

Conclusioni: Francesco Cacucci, Arcivescovo Bari-Bitonto

Coordina: Michele Ventrella.

Il patrimonio culturale del nostro Paese costituisce un “bene comune” ed è necessario che ci sia una partecipazione attiva di tutti per la sua conservazione, tutela e valorizzazione.
L’Archivio di Modugno è stato ritenuto giustamente un archivio di interesse storico, raccoglie infatti testimonianze che si spingono fino al secolo XV: pergamene, visite pastorali, protocolli notarili, censi, testamenti, corrispondenza, beni patrimoniali e contabilità, spartiti musicali manoscritti e a stampa, costituendo un patrimonio prezioso per la storia e la cultura del territorio, contribuendo alla formazione dell’identità locale e nazionale.

Nella chiesa matrice di Modugno sono conservati inediti e interessanti documenti che permettono di immergersi in un passato lontano per comprenderne le usanze e la realtà, avendo l’obiettivo di conservare la memoria, cercando di capire il passato, ricostruendo il ricchissimo e tanto complesso tessuto della nostra storia. Fra le tante si ricordano alcune lettere della Regina Bona Sforza.

La Redazione

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.