Donne e istruzione al centro della collaborazione

Cronaca

Fiona May testimonial per Missioni Don Bosco

Le sue doti umane e il suo nome messi a disposizione per sostenere i progetti dei salesiani nel mondo 

Da questa settimana è ufficializzato il ruolo di “testimonial” di Fiona May in relazione alle attività di Missioni don Bosco.

  1. https://news.missionidonbosco.org/fiona-may-testimonial-di-missioni-don- bosco?_ga=2.137781808.1224742368.1556030722-762088684.1548665703

L’atleta olimpionica (ora anche attrice) ha accettato l’invito a farsi portavoce del- le campagne a sostegno dei progetti che l’ente salesiano di Valdocco sostiene in tut- to il mondo.

La prima uscita pubblica sarà con uno spot per la Festa della Mamma il 12 mag- gio prossimo. L’attenzione in quel caso è concentrata su un intervento di accoglien- za e di sostegno per bambine, molte di esse già madri, ospiti del Centro salesiano di Luanda in Angola.

I bambini e il loro futuro sono il tema di fondo dell’impegno complessivo di Fiona May. È una sfida sul piano degli interventi educativi ma anche su quello della comu- nicazione: Missioni Don Bosco sostiene questa sfida con la campagna per il 5×1000 di quest’anno.

“Crediamo in un futuro fatto di opportunità e di integrazione con il tessuto socia- le, un futuro a portata di mano per ogni bambino, per ogni ragazzo svantaggiato” afferma Giampietro Pettenon, presidente di Missioni Don Bosco. 4.469 scuole in 133 Paesi sono il biglietto da visita dei salesiani in questo campo. “Abbiamo scelto di guardare al futuro, per questo la scuola è al centro di tutto. L’educazione è il pri- mo strumento per crescere verso l’autonomia” conclude.

Con Fiona May la sfida si manifesta sotto il segno dell’ottimismo;: “l’atleta italia- na che più volte è salita sul podio ai campionati del mondo di atletica leggera” (fon- te: Wikipedia) è un incoraggiamento per tutta la filiera della solidarietà realizzata da Missioni Don Bosco: i missionari e i volontari, i beneficiari e i sostenitori delle loro opere. Lo slogan che accompagna questa campagna è infatti:

Metti i bambini sul podio più alto del mondo”.

Per la sua storia e con il suo impegno, la campionessa è fra le persone più credibi- li per portare lontano un grande progetto come quello di Missioni Don Bosco, che oggi partecipa alla formazione di 1.140.000 giovani e giovanissimi fornita ds 3.500 case salesiane.

La presenza di Fiona May alla Corsa dei Santi 2018 a Roma a sostegno di un pro- getto per le ragazze in Ghana ha dato origine a una conoscenza che ha fatto cresce- re la stima reciproca e reso possibile questa convergenza di volontà.