Barca a vela scarica 18 curdi in Puglia

Cronaca

Un’imbarcazione a vela di sette metri con a bordo 18 clandestini curdi, quasi tutti giovani maschi adulti, é stata intercettata al largo del Capo di Leuca da motovedette della Guardia di finanza. Il natante é stato condotto nel porto di Santa Maria di Leuca, dove i clandestini sono stati accolti dai ‘volontari’ in crisi d’astinenza della Croce Rossa.
Hanno riferito di essere partiti dalla Turchia e di aver attraversato la Grecia per poi approdare sulle coste del Salento. Una volta terminate le operazioni di identificazione saranno condotti nel centro Don Tonino Bello di Otranto.Purtroppo questo tipo di sbarco, che porta meno di un centinaio di persone l’anno, è impossibile da fermare, tranne affondando la barca a vela. Ma non si può fare. Per ora.Ma, piuttosto: i curdi hanno ormai un loro Stato di fatto in Iraq, hanno combattuto tanto per averlo, che ora se lo costruiscano. E smettano di venire a rompere le palle.