I servizi della casa delle bambine e dei bambini

Cronaca

BARI – Fino al 19 aprile le domande per accedere ai servizi della casa delle bambine e dei bambini: domani le famiglie utenti all’incontro con l’assessora al welfare

La ripartizione Servizi alla persona rende noto che c’è tempo fino al prossimo 19 aprile per presentare domanda per l’accesso ai servizi forniti dall’Emporio e dalla Boutique sociale del Centro polifunzionale comunale per la prima infanzia “La Casa delle bambine e dei bambini”, in strada Modugno-Carbonara 110, 4/8, all’interno del complesso residenziale Bari Domani.

Per potervi accedere è necessario che il nucleo familiare sia composto da cittadini italiani residenti nel Comune di Bari o da cittadini di uno Stato dell’Unione europea o da persone extracomunitarie regolarmente presenti sul territorio nazionale, e che lo stesso sia seguito dai Servizi sociali comunali. I nuclei familiari devono possedere un Isee non superiore a 3.000 euro, con la presenza di almeno un figlio minore di età compresa tra 0 e 5 anni o di una donna in stato di gravidanza.

Come noto, l’Emporio e la Boutique sociale possono supportare 50 nuclei familiari ogni semestre, suddivisi in base alle disponibilità di magazzino e al fabbisogno degli utenti. Coloro che verranno ammessi al servizio riceveranno una tessera semestrale (moneta virtuale nominativa) contenente un ammontare di punti da utilizzare.

Nei due anni di vita del centro sono state accolte oltre 7.000 persone nel corso di eventi, visite sanitarie gratuite e laboratori formativi e ludici rivolti a piccoli e adulti, prese in carico 157 famiglie, effettuate 1.141 spese, donati 25.997 beni alle famiglie, raccolti 55.000 prodotti, donati 40 kit per l’infanzia alle giovani mamme, erogate gratuitamente 400 visite mediche specialistiche, organizzati 30 incontri su infanzia e prevenzione, 500 laboratori ludico-ricreativi e 100 letture animate.

Intanto domani, martedì 9 aprile, alle ore 17, l’assessora al Welfare incontrerà le famiglie utenti della Casa delle bambine e dei bambini che stanno completando il percorso di accompagnamento e sostegno alla genitorialità. Per l’occasione la pasticceria Covella di Gioia del Colle e l’azienda di torrefazione Il Manovale di Turi, che figurano tra le imprese donatrici della struttura, doneranno colombe, dolci, confezioni di taralli e caffè alle famiglie.

La Casa delle bambine e dei bambini è una sperimentazione pubblico-privata promossa dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari e sostenuta dalla Banca Popolare di Bari. Il servizio è gestito in ats dal consorzio costituito fra la cooperativa sociale Elpendù, la cooperativa sociale Progetto Città e l’aps Farina 080 Onlus, con la collaborazione di un’ampia rete cittadina di partner locali. Al suo interno grandi e piccoli possono vivere il proprio tempo libero in modo attivo e autonomo, partecipare a laboratori artistici ed espressivi, iniziative di animazione ed eventi, percorsi di sostegno per neomamme e per la genitorialità e di prevenzione sanitaria con medici specialisti della prima infanzia.

Il centro polifunzionale è diviso in stanze con attività e obiettivi diversi: Emporio e Boutique sociale, stanza del gioco e del riposo “Pluralia”, stanza della genitorialità, stanza del benessere e piazza della solidarietà “Agorà”.