Giornata internazionale per la consapevolezza sull’autismo

Benessere & Medicina

Il Palazzo di Città si tinge di blu

GRAVINA IN PUGLIA – In mattinata flash mob nei cortili del Comune con scuole e associazioni di volontariato

La vicesindaca Matera: «L’inizio di un dialogo per battere discriminazioni e disinformazione»

Il cielo di Gravina in Puglia si è tinto di un blu più intenso del solito nella mattinata di martedì 2 Aprile, in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo.

Tanti i palloncini del colore simbolo di questa giornata libratisi dai cortili di Palazzo di Città, che hanno salutato la manifestazione conclusiva de “L’Autismo, questo sconosciuto”, organizzata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alesio Valente su impulso della vicesindaca ed assessora alle politiche per l’inclusione sociale, Maria Nicola Matera, unitamente alla Quinta commissione consiliare presieduta da Vincenzo Varrese, con l’indispensabile supporto di scuole, associazioni ed enti quotidianamente impegnati nel comparto del sociale. Una due giorni – apertasi lo scorso 29 Marzo con un convegno informativo e con l’accensione delle luci azzurre che illumineranno la facciata di Palazzo di città sino a domani – dedicata alla riflessione ed informazione su questo disturbo del neurosviluppo del quale, secondo le stime ufficiali, sono affette circa 60 milioni di persone in tutto il mondo. «Voglio ringraziare tutti voi perchè senza il vostro impegno nulla di tutto questo sarebbe stato possibile», ha detto nel suo saluto la vicesindaca, ribadendo poi l’impegno dell’amministrazione comunale «nell’azione di contrasto della diffidenza e del pregiudizio che porta ad emarginare le persone con disabilità e le loro famiglie.

Tanto si può fare ed ancora faremo perché ci teniamo a mantenere vivo e produttivo questo dialogo che abbiamo creato». Sono seguiti gli interventi del presidente della Quinta Commissione, Varrese, e della consigliera comunale componente della stessa Ketty Lorusso. quindi Danze, canti e componimenti poetici portati in scena dagli alunni delle scuole gravinesi hanno suggellato l’inizio di un cammino condiviso nel campo della lotta alle discriminazioni ed alla disinformazione.