Endometriosi, Damascelli interroga Emiliano

Benessere & Medicina

“Grave disattenzione della Giunta verso le donne che ne soffrono”

“L’endometriosi è una patologia fortemente invalidante, che colpisce moltissime donne anche nella nostra Regione, soprattutto nei territori a più elevato tasso di degrado ambientale. La Puglia, nel 2014, si è dotata di una legge ad hoc per avviare una serie di iniziative, soprattutto di prevenzione, finalizzate alla diagnosi precoce. Una legge che, purtroppo, non ha trovato alcuna applicazione ed è per questo che ho depositato un’interrogazione diretta al presidente-assessore alla Sanità, Michele Emiliano”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.
“In particolare – aggiunge- la mancata applicazione della legge 40/2014 non ha permesso l’istituzione dell’Osservatorio regionale sull’endometriosi, che dovrebbe non solo raccogliere i dati relativi all’incidenza della malattia, ma anche avviare una serie di azioni di informazione, prevenzione e coordinamento delle iniziative promosse a livello nazionale. Non è stato istituito nemmeno il Registro regionale, anch’esso previsto dalla legge. E ancora: se nel bilancio pluriennale 2018-2020 erano stati previsti 100mila euro per realizzare campagne informative e di sensibilizzazione, questi fondi risultano ora dimezzati. Ciò dimostra la scarsa attenzione del Governo regionale verso un problema che affligge tantissime donne. Nella mia interrogazione urgente, quindi – conclude Damascelli – chiedo conto al presidente Emiliano del perché la legge regionale sia rimasta lettera morta, come purtroppo sta accadendo per tantissime altre leggi, facendo venir meno in questo caso forme di tutela e prevenzione per contrastare una malattia che peggiora drasticamente la qualità della vita delle donne”.