Agrinsieme Puglia: xylella, grazie a Ismea per moratoria mutui

Ambiente & Turismo

Agrinsieme Puglia: xylella, grazie a Ismea per semplificazione ed estensione moratoria mutui ad aziende agricole colpite;  accolte le nostre ripetute sollecitazioni

BARI – “Ringraziamo l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare-Ismea per aver accolto le nostre sollecitazioni, avanzate in più occasioni come ad esempio durante l’incontro di qualche giorno fa con il direttore generale Raffaele Borriello, e aver approvato un provvedimento di revisione degli attuali criteri che regolano la sospensione delle rate di mutuo per le imprese agricole, semplificando le operazioni e, soprattutto, estendendo la moratoria anche alle aziende danneggiate dall’epidemia di Xylella fastidiosa, che ha quasi azzerato il comparto olivicolo della Regione Puglia”. Lo afferma il coordinamento di Agrinsieme Puglia, che riunisce le federazioni regionali di Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari.

“Si tratta di un provvedimento estremamente importante per il territorio, martoriato dalla Xylella, che risponde in pieno alle richieste avanzate durante le manifestazioni di gennaio e febbraio scorso, e grazie al quale vengono, fra l’altro, rivisti gli attuali criteri che regolano la sospensione delle rate, rendendo l’operazione più semplice e immediata, in un’ottica di massima semplificazione e trasparenza”, prosegue Agrinsieme Puglia.

“L’accesso al rinvio delle rate sarà automatico e sarà concesso con la semplice presentazione del provvedimento attestante lo stato di calamità o altre condizioni, con riferimento alla localizzazione geografica della propria azienda”, ricorda il coordinamento regionale, precisando che “le imprese avranno la facoltà di scegliere le modalità di rimodulazione del piano di ammortamento secondo le proprie esigenze economiche e finanziarie”.

***

Agrinsieme è costituita dalle organizzazioni professionali Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Copagri e dalle centrali cooperative Confcooperative FedAgriPesca, Legacoop Agroalimentare e Agci Agrital, a loro volta riunite nella sigla Alleanza Cooperative Italiane – Settore Agroalimentare. Il coordinamento Agrinsieme rappresenta oltre i 2/3 delle aziende agricole italiane, il 60% del valore della produzione agricola e della superficie nazionale coltivata, oltre 800mila persone occupate nelle imprese rappresentate.