Mediazione: risoluzione del conflitto e cambiamento culturale

Politica & Diritti

Il Liceo Moscati di Grottaglie promuove ed accoglie l’importante seminario formativo dal titolo “Mediazione: risoluzione del conflitto e cambiamento culturale”. L’evento accreditato dall’Ordine Assistenti Sociali della Regione Puglia e dall’Ordine degli Avvocati di Taranto si terrà venerdì 22 febbraio nell’aula magna “Monteleone” del plesso di via S. Elia con apertura dei lavori prevista per le ore 9,00. Saranno riconosciuti tre crediti formativi per gli assistenti sociali e due crediti formativi per gli avvocati.

Un incontro formativo che vanta il patrocinio della Provincia di Taranto e che il Liceo Moscati ha organizzato in rete con l’Associazione Italiana Mediatori Familiari, l’Accademia di Sviluppo Socio Educativo, l’Ordine degli Assistenti Sociali, l’Ordine degli Avvocati di Taranto e  l’Istituto Comprensivo De Amicis di Grottaglie. Porteranno i saluti istituzionali l’assessore alla pubblica Istruzione del Comune di Grottaglie Betty Dubla, quindi la Dirigente Scolastica del Liceo Moscati Anna Sturino, la Dirigente Scolastica dell’Istituto De Amicis Maria Teresa Alfonso, la dott.ssa Annamaria D’Urso della ASL di Grottaglie e per il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto il consigliere Sebastiano Comegna, delegato dalla Scuola Forense. Durante la mattinata, relazionerà su “evoluzione normativa della mediazione familiare” la consigliera di parità e mediatrice familiare avv. Gina Lupo, la Dirigente Sturino nonché mediatrice A.I.M.eF. su “rapporti scuola-famiglia: il ruolo della mediazione” e l’assistente sociale specialista Valentina Farina su “la mediazione familiare all’interno dei servizi sociali territoriali”.

Seguirà il giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni e pedagogista Francesco Paolo Romeo che interverrà su “il conflitto intrafamiliare” e chiuderà il Presidente A.S.S.E Emilia Pugliese su “il servizio di mediazione familiare, a disposizione delle famiglie presso la scuola”. Il seminario proseguirà nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, con gli interventi del Presidente A.I.MeF Federica Anzini su “la mediazione familiare in Italia: stato dell’arte” e della Consigliera regionale A.I.MeF. Puglia Tiziana Recchia su “il servizio di mediazione in ambito pubblico”. La manifestazione sarà moderata dalla docente di diritto Eva Zappimbulso ed animata dalla performance a tema degli studenti, preparati dalla prof. Marina Di Serio e coordinati dai docenti Marilena Cavallo, Ciro Annicchiarico, Carmela Marucci e Filomena Di Taranto.

La Scuola fa rete con Istituzioni e Associazioni del territorio con l’obiettivo di promuovere la cultura della mediazione familiare, quale utile e fattivo strumento umano di aiuto della coppia confliggente, per cercare di sensibilizzare le parti e i loro legali sulle opportunità che la risorsa offre. E’ importante veicolare alla comunità, a partire dai giovani, come la mediazione familiare possa costituire un valido intervento per il cambiamento, affinché i conflitti, in qualunque ambito si manifestino, siano visti non in termini distruttivi, ma evolutivi e considerati eventi di comune amministrazione, parte della vita delle persone.