Un nuovo volto del web: le aste online

Cultura & Società

Il web è sempre ricco di novità e una delle più recenti, la quale sta suscitando non poco interesse, corrisponde alle aste online, o meglio ai siti web che offrono questo tipo di servizio.

Il concetto di asta è noto a tutti: un oggetto viene proposto a un pubblico e ogni partecipante può effettuare dei rilanci.

L’asta si interrompe quando non ci sono più rilanci, dunque il prodotto viene aggiudicato ad una cifra corrispondente a quella dell’ultima somma offerta.

È proprio questo ciò che si verifica in questi siti Internet, con l’ovvia differenza che tutto avviene in modo telematico, dunque non vi è un banditore che si occupa di dirigere l’asta.

Per comprendere meglio il funzionamento di questi siti Internet si può far riferimento a Bidoo, una delle piattaforme più note per quel che riguarda il mondo delle aste online.

Basta dare una fugace occhiata al sito per rendersi conto che nel medesimo si possono trovare tantissimi diversi articoli, inoltre è impossibile che l’occhio non cada sugli assurdi prezzi a cui sono stati aggiudicati alcuni prodotti: ci sono dei casi in cui oggetti dal valore commerciale di centinaia di euro sono stati comperati a cifre irrisorie.

È davvero inevitabile che davanti a cifre di questo tipo si abbia un po’ di scetticismo, ma per comprendere come questo sia possibile è importante fare il punto sul funzionamento di questi siti.

Un punto molto importante che è necessario evidenziare è il seguente: queste piattaforme non guadagnano esclusivamente in relazione alle somme incassate al termine di un’asta, bensì hanno un business piuttosto poliedrico.

In Bidoo, ad esempio, è previsto un pagamento per ogni singolo rilancio: il fatto che un utente debba spendere alcuni centesimi di euro, o anche alcuni euro, per potersi aggiudicare un prodotto a un prezzo di gran lunga inferiore a quello di listino, non rende certo meno conveniente quanto compiuto, tuttavia in questo modo il sito web riesce comunque a monetizzare.

In una piattaforma di questo tipo sono presenti in qualsiasi momento della giornata tantissime aste, in ognuna delle quali si verificano continuamente dei rilanci, si può quindi intuire a che punto sia cospicuo il business delle società che gestiscono questi siti.

Vi sono anche ulteriori aspetti che rendono possibile il compimento di simili affari in questi particolari siti web, ovvero ad esempio che molte aziende sono ben propense a donare i propri prodotti a queste piattaforme ritenendo che essi sappiano offrire un ritorno non trascurabile in termini di visibilità; d’altronde queste piattaforme possono vantare migliaia di iscritti online in ampie fasce giornaliere, di conseguenza ciò non desta certo stupore.

Non va dimenticato neppure che in questi siti web si possono anche acquistare dei prodotti al loro prezzo di listino, quindi possono fungere da veri e propri e-commerce.

Il sito Internet Bidoo, peraltro, offre un’interessante prerogativa: se l’utente sceglie di acquistare un prodotto al suo prezzo di listino dopo non esser riuscito ad aggiudicarselo all’asta, la piattaforma gli restituisce tutte le puntate effettuate, rendendole così disponibili per i rilanci relativi a nuove aste.

Il mondo delle aste online è dunque interessante, rappresenta un’esperienza completamente diversa rispetto all’e-commerce e non può che essere consigliabile per chi vuol divertirsi, per chi ama un po’ di “brivido”.

Oltre a questo, c’è l’aspetto più razionale correlato alle aste online: il fatto che in questi siti si possano fare acquisti a prezzi più che scontati è una realtà, senza dubbio, ma sarebbe un errore credere che l’affare sia sistematico.

L’andamento di ogni asta è inevitabilmente subordinato al comportamento dei vari offerenti, di conseguenza non c’è alcuna certezza: esistono aste in cui il prezzo lievita, proprio come aste in cui, al contrario, basta un unico rilancio per poter portare a casa il prodotto.