Contraffazione online, ecco come tutelarsi

Politica & Diritti

Il danno alla reputazione può avere un forte impatto a lungo termine sulla fiducia dei consumatori, che di per sé può portare ad una perdita ancora maggiore nelle vendite

La diffusione della contraffazione online ha un impatto incredibile sulla strategie di vendita e maketing delle aziende

MarkMonitor in occasione del suo decimo Spring Symposium, ha avuto modo di coinvolgere più di 200 dirigenti d’azienda in un’indagine progettata dai nostri esperti di protezione del brand online.

Il sondaggio, che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di molti brand internazionali, è servito per poter capire il loro punto di vista su problemi e sfide che incontrano nell’operare online nell’attuale mondo digitale in continua evoluzione.

Più di un terzo degli intervistati (39%) ha dichiarato che in realtà un significativo 11-50% delle contraffazioni ha sostituito le vendite dei loro prodotti di marca.

Quando è stato chiesto loro fino a che punto hanno pensato che le vendite di prodotti contraffatti abbia sostituito quelle dei beni originali, solo il 14% dei partecipanti ha risposto che non avevano avuto alcun impatto.

E’ interessante notare che, nonostante le potenziali implicazioni finanziarie della contraffazione online, molti più dirigenti, ossia il 55%, hanno affermato di dare un’importanza maggiore al danno alla reputazione del marchio, rispetto alle perdite relative alla vendita di merci contraffatte o pirata citate dal 33%.

L’indagine ha inoltre rivelato che per la maggior parte delle imprese è fondamentale proteggere il proprio brand dalla contraffazione online in tutte le principali piattaforme Internet, da siti web, marketplace fino al crescente numero di social media. Il 59% dei partecipanti ha affermato che è importante proteggere il proprio marchio dalla contraffazione attraverso tutti i canali e-commerce, indicando come area principale i siti web (24%).

I partecipanti al simposio sono stati invitati a darci la loro opinione su altri aspetti chiave delle sfide che devono affrontare brand e marchi nello spazio online, ad esempio il 41% ritiene che le tendenze future come la stampa 3D possano influenzare il loro marchio e quelli associati.

Lo streaming dei contenuti online (33%) è stato citato come il più significativo trend IP correlato a Internet con cui devono confrontarsi le aziende oggi, seguito dall’e-commerce (30%).

I risultati complessivi di questa ultima nostra indagine evidenziano molte delle sfide che devono affrontare i brand online e quanto sia importante proteggere la reputazione della compagnia attraverso l’intero panorama di Internet.

Il danno alla reputazione può avere un forte impatto a lungo termine sulla fiducia dei consumatori, che di per sé può portare ad una perdita ancora maggiore nelle vendite.

Questa indagine sottolinea l’importanza nell’odierno mondo digitale in rapida espansione con i crescenti casi di abuso del marchio, di adottare le strategie di protezione del marchio più sicure e affidabili.

Servono soluzioni che aiutino i proprietari dei marchi a rilevare rapidamente gli abusi mentre si verificano, e poi rispondere in modo rapido ed efficace con meccanismi di applicazione automatizzati tra cui la rimozione da aste, siti di scambio, disattivazione del processo di pagamento, lettere di diffida e avvisi di eliminazione dei siti agli Isp.

Dimostrando chiaramente ai truffatori un impegno attivo per un’intraprendente difesa dei marchi, i proprietari di marchi possono anche sensibilmente ridurre i futuri attacchi al marchio.