Concerti Organo a Bari

Cultura & Società

BARI – A 40 anni dalla scomparsa di Nino Rota un festival organistico a lui dedicato a Bari con al centro il Grande Organo Monumentale Tamburini/Zanin all’Auditorium che porta il suo nome.

«Mi piace pensare che la Prima edizione del Festival Organistico organizzato dal Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari sia il più bel regalo per il M° Nino Rota, nel 40° anniversario della sua scomparsa – scrive in una nota il direttore artistico, Enzo Filacaro –

Proprio lui, infatti, spese ogni energia perché l’Auditorium fosse dotato di un organo prestigioso commissionandone la realizzazione, senza poter vedere ultimato il lavoro, in quanto l’organo fu collocato al suo posto nel 1980 e poi inaugurato solo nel 1983. Di sicuro, nelle intenzioni del Maestro Nino Rota questo strumento era stato pensato in funzione della valorizzazione del repertorio organistico in chiave concertistica, oltre che didattica, offrendo uno strumento di qualità che potesse far emergere le qualità tecniche ed interpretative dei molti talenti formatisi nelle scuole organistiche di questo Conservatorio. Nel corso di questi appuntamenti musicali, la sapienza tecnica ed interpretativa dei diversi concertisti offrirà la opportunità di apprezzare le sonorità espressive dello strumento Tamburini/Zanin, sia come strumento solistico o con l’orchestra. Oggi, dunque, questa Prima  Edizione del Festival Organistico, che può contare sulla disponibilità di uno strumento radicalmente ripensato dopo il prezioso lavoro di restauro realizzato dall’organaro Francesco Zanin, apre un nuovo capitolo della storia organistica di questo Auditorium, di questo Conservatorio e, più in generale, di questa città di Bari, che ha sempre mostrato attenzione ed interesse verso la letteratura organistica».

PROGRAMMA

-22 febbraio Concerto per Organo e Orchestra organista Klemens Schnorr (Germania) direttore Rino Marrone (Italia) con orchestra del Conservatorio

-20 marzo Concerto dell’organista Roberto Marini (Italia)

-26 aprile Concerto dell’organista Andrzej Bialko “Erasmus” (Polonia)

-22 maggio Concerto per organo e percussioni organo Enzo Filacaro – percussioni Filippo Lattanzi (Italia)

INGRESSO LIBERO sino ad esaurimento posti

Piefranco Moliterni