Altieri: la ex Manifattura Tabacchi sarà l’opera più importante a Bari

Cronaca

Altieri: la ex Manifattura Tabacchi sarà l’opera più importante degli ultimi 20 anni a Bari. Definito il progetto con il CNR

Questa mattina a Roma è stato condiviso e sottoscritto da INVIMIT E CNR il progetto di riqualificazione di una porzione della ex Manifattura Tabacchi di Bari che ospiterà i dipartimenti di ricerca del CNR nel cuore del quartiere Libertà.

“Nel nuovo progetto – ha spiegato il Presidente Nuccio Altieri – abbiamo ricompreso gli spazi e le esigenze richieste per accorpare tutti i dipartimenti di ricerca oggi sparsi per la città di Bari; il progetto si allarga di ulteriori 500 mq per arrivare ad una superficie complessiva di 18500 mq e Invimit che sosterrà per intero l’importo dei lavori di riqualificazione (oltre 20 milioni di euro) al netto delle apparecchiature tecniche che restano di competenza del CNR che corrisponderà un canone annuo di 1 milione e settecento mila euro circa”.

“Sono orgoglioso insieme alla dr.ssa Giovanna Della Posta nuovo Amministratore Delegato di Invimit,  di far partire un investimento che porterà nella ex Manifattura Tabacchi il centro di ricerca più grande e moderno del mezzogiorno d’Italia. Con tale importante investimento parte il progetto per l’intera valorizzazione della Manifattura Tabacchi dove gli ulteriori spazi a disposizione potranno essere destinati a servizi, alle imprese e a strutture ricettive trasformando – mi auguro – anche l’attuale mercato in un più contemporaneo spazio per la vendita e somministrazione di prodotti alimentari di qualità sul modello del famoso Covent Garden di Londra.

Ringrazio per la fattiva e positiva collaborazione il Presidente del Cnr Massimo Inguscio e il direttore generale Giambattista Brignone con il quale abbiamo lavorato intensamente per un mese insieme ai progettisti e ai tecnici. Ora il progetto sarà portato nei rispettivi cda nei prossimi 15 giorni e subito dopo partirà il confronto con il Comune di Bari per le procedure autorizzative dei lavori e per il passaggio di alcune aree della Manifattura oggi ancora di proprietà della città di Bari. Allo stesso tempo provvederemo a perfezionare il trasferimento da Cassa Depositi e Prestiti a Invimit dell’area antistante la Manifattura che sarà adibita a Parcheggi. La completa riqualificazione della Ex Manifattura – ha concluso Altieri –  sarà sicuramente l’intervento più importante realizzato a Bari negli ultimi 20 anni e rappresenterà per il quartiere Libertà un’occasione concreta per uscire dal cono d’ombra del degrado e rilanciarne lo sviluppo sociale, economico ed urbano”.