Centrodestra unito in Abruzzo, diviso a Roma

Cronaca

Matteo Salvini, al fianco di Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. Ma il ministro dell’Interno delude ogni aspettativa del centrodestra: “La partita dell’Abruzzo e’ molto concreta, e’ molto identitaria, non e’ traslabile in altre realta””. Non solo, il ministro dell’Interno dichiara che non ha alcuna intenzione di rompere il patto di governo coi 5 stelle e afferma che intende stare al Viminale, “per cinque anni”. “A livello locale saremo alleati. A livello nazionale, la mia parola vale piu’ di 1000 sondaggi. Mi possono dire che la Lega e’ il primo partito. Potrei fare domani il presidente del Consiglio, ma intendo fare quello dell’Interno per 5 anni”.

A Pescara per sostenere il senatore di Fratelli d’Italia, Marco Marsilio, alle regionali di domenica, Meloni aveva lanciato un attacco al governo M5s-Lega. “Io spero che gli abruzzesi vogliano un governo coeso, frutto di un patto con i cittadini, e non di un contratto tra i partiti”, aveva detto. “Spero sia di un buon auspicio anche per la nazione, augurandomi che ci sia un nuovo governo che condivida i valori fondamentali”. Mentre Berlusconi, in un’intervista al Corriere aveva definito un “suicidio politico” l’ipotesi che la Lega potesse correre ‘da sola’ in caso di elezioni politiche anticipate.

A Pescara, Berlusconi ha ribadito: “Il centrodestra e’ il depositario di tutti i valori della nostra civilta’, dei valori occidentali, della liberta’, della democrazia, della solidarieta’, della cristianita’. Il centrodestra e’ stato il recente futuro, il presente e sono sicuro che sara’ anche il futuro dell’Italia, dell’Ue, dell’Occidente”

La conferenza stampa e’ stata trasmessa dai profili social di Berlusconi e del candidato di FdI. Nessun riferimento sui social di Salvini, nessuna diretta, neanche una foto, mentre tutti gli altri appuntamenti della lunga giornata elettorale in Abruzzo sono stati documentati ampiamente.