Sparisce il milione di euro stanziato dalla regione per le gelate,

Politica & Diritti

 Damascelli: “Ultima beffa vergognosa”

“Si aggirano i fantasmi per i corridoi della Regione? O forse sarà stata una magia a far sparire il milione di euro che era stato stanziato per gli olivicoltori colpiti dalle gelate di un anno fa? Sta di fatto che è svanito nel nulla quello stanziamento, ottenuto a fatica con un emendamento concordato e approvato in sede di assestamento di bilancio. Con un colpo di spugna, a novembre, senza neppure degnare di un avviso gli autori del provvedimento, qualcuno ha cancellato quello stanziamento”. Lo denuncia Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia.

“Oltre al danno – aggiunge – la beffa: a dicembre il direttore del dipartimento Agricoltura mi comunicava che quei soldi non solo erano a disposizione, ma addirittura che gli uffici stavano provvedendo ad istruire le pratiche per distribuirli agli olivicoltori danneggiati dalle gelate di febbraio 2018. Possibile che il capo dipartimento e l‘assessore all’Agricoltura fossero all’oscuro di questo magheggio? Che non si fossero accorti della misteriosa sparizione di quel milione di euro, certo esiguo e insufficiente per una calamità così disastrosa, ma quantomeno utile ad aprire un capitolo che abbiamo tentato di rimpinguare con ulteriori cinque milioni attraverso un altro emendamento, purtroppo respinto in sede di discussione sulla legge di stabilità dalla Regione?”.

“Questo è solo l’ultimo, mortificante capitolo di una grande presa in giro ai danni dei nostri olivicoltori, nonostante l’approvazione all’unanimità della mozione che impegnava il governo regionale a reperire liquidità per risollevare il comparto olivicolo in ginocchio. L’ho presentata a dicembre – ricorda il consigliere Fi – condividendola con organizzazioni di categoria, parti sociali, mondo della cooperazione, associazioni e frantoiani. È stata approvata dal Consiglio regionale, ma si è rivelata l’ennesimo impegno solo a parole della Giunta regionale, che si è fatta beffa degli agricoltori pugliesi”.

“Ora la misura è davvero colma: non solo non si rimpingua il misero fondo già stanziato, ma addirittura lo si azzera. Un evidente stratagemma per procrastinare ancora le misure urgenti che il mondo agricolo reclama a gran voce, e a giusta ragione”, conclude Damascelli.