Attività svolta dalle Forze dell’Ordine

Cronaca

BARI – Si è tenuta questa mattina in Prefettura una conferenza stampa di presentazione dell’attività svolta dalle Forze dell’Ordine, nel corso dell’anno 2018, in materia di ordine e sicurezza pubblica nell’ambito di questa provincia.

Il Prefetto di Bari, Marilisa Magno, alla presenza del Questore di Bari, dei Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, ha fornito una sintesi degli eventi di maggiore impatto, sotto il profilo del controllo del territorio e del contrasto della  criminalità, che hanno interessato la città di Bari e provincia.

Si tratta di eventi impegnativi e di straordinaria importanza per le stringenti misure di safety e security adottate, quali la duplice visita del Santo Padre prima a Molfetta il 20.04.2018 per il XXV anniversario della morte di Don Tonino Bello e poi a Bari il successivo 7 luglio per la giornata di riflessione e preghiera per il Medio Oriente. Ma non di minore impegno e attenzione è stata l’organizzazione, in termini di sicurezza,  di eventi culturali e musicali di fama nazionale, con un forte richiamo di pubblico, insieme al coordinamento di delicate operazioni di polizia quali lo sgombero di immobili occupati abusivamente, da ultimo il Ferrhotel di Bari, occupato da immigrati.

Il Prefetto ha richiamato l’attenzione sulla intensa attività del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, nel suo ruolo istituzionale di coordinamento generale, che, riunitosi per 64 volte nell’anno 2018, si è mosso su specifici parametri di misurazione del livello di sicurezza: la “sicurezza rilevata” – quella misurata su dati statistici oggettivi e raccolti con criteri sistematici, e la “sicurezza percepita” – frutto di fattori soggettivi, influenzata da esperienze individuali e da altre cause, ma che influenzano la vivibilità della città e sui cui bisogna ancora prestare il massimo impegno.

L’attività del Comitato, costantemente monitorata e calibrata in relazione alle criticità emergenti sul territorio, si è consolidata sempre più nel corso dell’anno 2018 – ha aggiunto il Prefetto – in un’ottica di strategia di sicurezza integrata e partecipata, con il coinvolgimento sempre maggiore delle Amministrazioni locali e delle organizzazioni datoriali, con conseguenti importanti iniziative in termini di sicurezza dell’intera comunità, quali, tra le altre, l’implementazione dei sistemi di videosorveglianza.

Sono stati presentati i dati del 2018 relativi ai servizi straordinari  e di prevenzione e controllo, svolti con modalità cd ad alto impatto, in alcuni quartieri del capoluogo ed in particolare nel quartiere Libertà, oltre che nel comune di Bitonto e sono stati resi noti i dati interforze sull’andamento della delittuosità, raffrontati al trend dei reati registrati nel 2017.

Nel corso della conferenza è stato inoltre proiettato un video con le immagini più significative delle principali operazioni di polizia giudiziaria, portate a compimento dalla Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza nell’anno 2018.