Politica & Diritti

ROMA – E’ salito a nove il bilancio delle vittime accertate in Brasile a causa del crollo di una diga di scarti minerari ieri a Brumadinho, a 60 km da Belo Horizonte: i dispersi, secondo quanto riporta il quotidiano brasiliano O Globo, sono circa 300, travolti da fango e detriti. Secondo fonti ufficiali, circa 100 persone sono state tratte in salvo.