Per non dimenticare 

Politica & Diritti

Per non dimenticare giornata della memoria
sabato 26 gennaio – ore 18,30 a San Cesario di Lecce

In occasione della “Giornata della memoria”, la neonata associazione culturale “ContoCanto” di San Cesario di Lecce, ha organizzato un incontro con un testimone diretto di quei giorni terribili che video la furia nazi-fascista abbattersi su milioni di innocenti.

A raccontare la sua storia di deportato IMI sarà Nicola Santoro, rinchiuso per oltre due anni nel campo di Treuenbrietzen.

“Abbiamo fortemente voluto questo momento di ricordo e testimonianza – ci racconta Giancarlo Greco, vicepresidente dell’associazione – soprattutto per i tanti giovani cui oggi l’Olocausto può apparire talmente lontano nel tempo da poter essere dimenticato. Invece, proprio l’attualità in Italia, nel nostro piccolo comune, nel mondo ci racconta di un ritorno preoccupante e pericoloso di ideologie neofasciste, di un malessere strumentalizzato e indirizzato da alcuni politici verso una razza, verso un colore della pelle, verso una minoranza che fino a ieri era rappresentata da noi meridionali, oggi dai migranti. E domani?”

Nicola Santoro, oggi 95enne, è originario di Muro Leccese; ha racchiuso le sue memorie in un libro, Internato 159534, oramai introvabile.

L’incontro si terrà presso la sede di “ControCanto”, in via Umberto I n. 65 a San Cesario di Lecce, domani, sabato 26 gennaio, alle ore 18.30