Nessun regalo sotto l’albero per la BCC. Retrocessione automatica?

Sport

BCC VS VIBO 2-3 (25-18/23-25/26-24/25-27/10-15).

Il giorno di Santo Stefano si gioca la 1 giornata di ritorno del massimo campionato di pallavolo maschile, la BCC sfida Vibo, un avversario che occupa l’undicesima posizione in classifica con 14 punti, per la BCC si tratta di una gara di vitale importanza.

La classifica non lascia margine d’errore, nessuno sconto può essere concesso all’avversario, i 3 punti in palio rappresentano l’unico spiraglio per sperare in una risalita che si prospetta però difficile, visto che Siena penultima in classifica ha conquistato 10 punti.

I punti nevralgici della squadra ospite sono rappresentanti dal centrale Vitelli e dal laterale Barreto, mentre quelli della BCC sono rappresentanti dall’opposto Buiatti e dal laterale Mirzajanpour.

Di Pinto allenatore della BCC schiera in campo il sestetto composta da: Falaschi (palleggio), Zingel e De Togni (centrali), Mirzajanpour e Wlodarczyk (banda), Buiatti (opposto), Cavaccini (libero).

Valentini allenatore di Vibo scende in campo con il sestetto formato da: Zhukouski (palleggio), Vitelli e Mengozzi (centrali), Barreto e Skrimov (banda), Al Hachdadi (opposto), Marra (libero).

Il pubblico non è quello delle grandi occasioni, unica nota positiva è rappresentata dalla due tifoserie che almeno nella fase iniziale del match stanno supportando i rispettivi beniamini.

LA GARA

I SET

Un avvio di I set entusiasmante, la BCC mette in pratica gli insegnamenti del tecnico Di Pinto, e il tabellone fa gioire il pubblico di casa, 15-9 in favore della BCC, una prestazione sotto tono da parte della squadra avversaria che durante il girone d’andata ha mostrato comunque di essere in possesso di un buon elevato di gioco.

L’euforia e l’adrenalina infusa nell’aria travolge anche il palleggiatore di casa BCC che mette a segno due ace consecutivi che portano i padroni di casa sul 20-10.

Il I set viene conquistato dai padroni di casa con il punteggio di 25-18 grazie all’errore al servizio della squadra avversaria che è comunque riuscita ad accorciare l’enorme divario mettendo in difficoltà i padroni di casa.

II SET

II set con fase iniziale diametralmente opposta a quella del I set, la BCC subisce la pressione degli avversari che appaiono più coordinati in campo, il vantaggio da rimontare da parte dei padroni di casa è di soli 2 punti (9-11).

Il c.t. della BCC dopo l’ennesimo errore al servizio dell’opposto Buiatti decide di rilevarlo e far entrare al suo posto Kruzhkov che mette a segno una palla non facile e consente alla squadra ospitante di non far accrescere il vantaggio degli avversari (18-20).

Nella fase finale del set Di Pinto le prova un po’ tutte, rileva De Togni e al suo posto entra Scopelliti, il suo contributo al servizio è letale e gli avversari soffrono, la BCC si porta a -1 (23-24).

Purtroppo nonostante i tentativi e gli sforzi la BCC cede il II set a Vibo che pareggia il conto. Il set si chiude con il punteggio di 23-25

III SET

Entrambe le squadre sembrano aver calato il ritmo di gioco e nella fase iniziale si gioca punto a punto, evidentemente non vogliono consumare tutte le energie come si è verificato nelle scorse partite (10-10).

L’ace al servizio di Mirzajanpour regala solo per pochi momenti il vantaggio ai padroni di casa (11-10) ma gli ospiti non ci stanno e dopo aver pareggiato si portano a +2 (13-15) complici i due errori consecutivi in attacco di Buiatti e Mirzajanpour.

I padroni di casa riescono a pareggiare e poi portasi in vantaggio (17-16) ma i continui errori in fase di attacco non consentono di mantenere vivo il vantaggio conquistato che confluisce nelle casse della squadra ospite (20-22).

La fase finale del set è molto concitata, sul punteggio 22-24 la BCC non solo riesce a pareggiare ed annullare così due match point alla squadra avversaria, ma riesce a conquistare il set con il punteggio di 26-24 grazie anche ai due attacchi consecutivi di Buiatti.

IV SET

Con la vittoria del III set il vento gira a favore della BCC che può chiudere la partita e conquistare tre punti vitali.

Fase iniziale del set con situazione di sostanziale parità, il ritmo di gioco è aumentato, le squadre iniziano a conoscersi quindi è necessario conservare le energie per la fase finale del set (10-10).

La gara non muta dal punto di vista del punteggio ma dal punto di vista agonistico invece registra animi infuriati sia sul campo che fuori, i padroni di casa nel caos generale provano a portarsi in vantaggio, ci riescono complice anche gli errori in fase d’attacco degli ospiti (20-18).

Il momento è cruciale e il c.t. Di Pinto lo sa bene, bisogna mantenere alta la concentrazione e non regalare nulla agli avversari, in palio c’è la prima vittoria.

Il vantaggio si concretizza sempre di più (22-19) e la squadra avversaria nella foga di recuperare lo svantaggio commette molti errori in fase d’attacco.

La squadra avversaria prova ad accorciare le distanze e si porta a -1 (24-23) con il suo palleggiatore che sino a questo momento ha registrato molti errori al servizio.

Nonostante la vittoria quasi in pugno (24-20) i padroni di casa perdono la lucidità mentale e non riescono a chiudere il set regalandolo agli avversari (25-27). Sfuma così il sogno di conquistare i 3 punti.

V SET

La vittoria del set non cambia le sorti per gli uomini di Di Pinto, la retrocessione è matematica, la classifica parla chiaro, Siena penultima con 10 punti, Sora terzultima con 13 punti. Nemmeno un miracolo può risollevare il triste destino della squadra pugliese, il calendario del ritorno fatta eccezione per gli scontri diretti contro Siena e Sora, non fa sconti.

Il set in se non è un bello spettacolo, la BCC subisce un calo psicologico, gli avversari gestiscono la gara con molta tranquillità e allungano il vantaggio maturato (10-14).

Arriva il punto 15 per la squadra avversaria che dopo aver rischiato di perdere il IV set ribalta la situazione e conquista l’intero match.