Gazzetta del mezzogiorno: il sostegno di Anci Puglia

Cronaca

L’Anci regionale invita sindaci e amministratori comunali pugliesi ad aderire all’iniziativa della redazione della testata,  prenotando in edicola una copia in più della Gazzetta per il prossimo sabato 29 dicembre e ad estendere l’appello alle comunità.

Il Comitato Direttivo dell’Associazione dei Comuni pugliesi ha approvato un ordine del giorno con cui esprime vicinanza e solidarietà alla Gazzetta del Mezzogiorno e a tutti i dipendenti, giornalisti, tipografi e lavoratori dell’ultracentenario quotidiano, che si ritrovano senza stipendio, con l’azienda editoriale in amministrazione giudiziaria, in uno stato di grave instabilità e forte incertezza per il futuro.

“Mi associo al coro unanime di solidarietà nei confronti della Gazzetta del mezzogiorno; – ha dichiarato il presidente Anci Puglia Domenico Vitto – bisogna salvaguardare la nostra più antica e prestigiosa  testata, presidio fondamentale e autorevole di informazione, che per anni ha stimolato il confronto, animato il dibattito e accompagnato il cambiamento politico, economico e socio-culturale pugliese e meridionale. Da 130 anni vero e proprio patrimonio della nostra storia, cultura e identità, sempre vicina al territorio, alle comunità e alle realtà locali. Condividendo l’appello lanciato dai giornalisti al Capo dello Stato, auspico la mobilitazione della politica e delle istituzioni a difesa della Gazzetta del Mezzogiorno e dell’informazione libera e pluralista, bene comune e valore essenziale per la nostra democrazia.”

L’Anci regionale invita i sindaci e gli amministratori comunali pugliesi ad aderire all’iniziativa lanciata dalla redazione della testata,  prenotando in edicola una copia in più della Gazzetta del Mezzogiorno per il prossimo sabato 29 dicembre e ad estendere l’appello alle comunità. Un gesto simbolico e concreto allo stesso tempo, per sostenere il futuro della testata e per significare il suo radicamento con il territorio, affinché possa continuare a raccontare la storia della nostra Puglia.