Nasce Zepend, start up della seconda edizione del balab

Scienza & Tecnologia

Un’app innovativa che nasce da un progetto si basa su una filosofia “anti-social” corrente cresciuta negli ultimi anni e sempre più diffusa tra i Millenials, che mira a ridurre la distanza tra servizi di ristorazione, discoteche e molte altre tipologie di locali e la clientela.

Domani 18 dicembre alle 11.00 presso il BaLab (I piano – Centro Polifunzionale Studenti) verrà presentata la nuova start up ZEPEND nata dalla 2a edizione del BaLab, dallo spirito innovativo di tre giovanissimi. É un’app “anti-social”, una piattaforma web che offre gli strumenti necessari (ricerca eventi, ricerca locali, e chat con Proximity Matching) per passare dall’online all’offline. Il progetto Zepend si basa sullo sviluppo di una piattaforma web e mobile che mira a ridurre la distanza tra servizi di ristorazione, discoteche e molte altre tipologie di locali e la clientela. L’obiettivo principe del progetto è quindi quello di limitare le difficoltà di ricerca, comunicazione, prenotazione, gestione e interazione tra utenti che possa emergere nel rapporto fra il locale e il consumatore.

Subito dopo la conferenza stampa di presentazione ci sarà un workshop di approfondimento: “The anti-social revolution. Dipendenza da internet e socialmedia: un’epidemia silenziosa”, che si concluderà con una attività di testing e tutorial dell’applicazione.

Alla conferenza stampa interverrà il magnifico rettore Antonio Felice Uricchio e il Presidente Centro d’Eccellenza per l’innovazione e la creatività UniBa, il dott. Gianluigi de Gennaro.

Al workshop delle 11.30 interverranno:

-Maria Beatrice Ligorio, Docente del Dipartimento di Scienze della formazione, psicologia e comunicazione : “Internet ed educazione: una disquisizione sull’uso disfunzionale del web”

– Giuseppe Pirlo, Pro Rettore e Docente del Dipartimento di Informatica, Referente Agenda Digitale e Smart City : “Dati ed Informazioni: dalla Business Intelligence al Big Data Analytics”

– Dino Amenduni, Comunicatore politico e socio Proforma: “Il ruolo della dipendenza da internet nella comunicazione digitale”

– Lorenzo Diomeda, CEO & Founder Zepend, Influencer su “Social e Social engenieering: “Il Cracking della realtà”

– Alessandro Spadini, CTO & Founder Zepend, esperto di sistemi Linux based, elettronica e sensoristica: “La gestione dell’identità in rete: tecniche e pratiche per utenti e sviluppatori”

– Giulia Manigrasso, Dottoressa in Psicologia clinica:“Psicodinamica della dipendenza da internet: Una ricerca empirica”

In conclusione: testing e tutorial dell’app ZEPEND