Gli studenti della “d’Annunzio” incontrano Ficarra e Picone.

Cronaca

Campus di Chieti – Aula magna di Lettere – 19 dicembre 2018 – ore 11,00

Mercoledì prossimo, 19 dicembre, alle ore 11,00, presso l’Aula magna di Lettere nel Campus universitario di Chieti, gli studenti della “d’Annunzio” incontreranno Ficarra e Picone, noti al pubblico come conduttori televisivi, attori di cinema e ora anche di teatro, essendo i protagonisti della commedia “Le rane” di Aristofane, per la regia di Giorgio Barberio Corsetti, con la quale stano girando l’Italia in queste settimane.

Ficarra e Picone hanno voluto accettare l’invito del Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali della “d’Annunzio”, diretto dal prof. Carmine Catenacci. Saranno così protagonisti di un momento riservato ad un pubblico speciale quale sarà quello degli studenti dell’Ateneo con i quali potranno avere un paio d’ore di confronto diretto.

L’evento, che sarà aperto dalla introduzione del prof. Catenacci, Direttore del DILASS sarà moderato dal prof. Luigi Bravi, associato di Filologia classica presso la “d’Annunzio”.

FICARRA E PICONE – Locandina

<L’incontro degli studenti Ud’A – spiega il prof. Catenacci – con il duo comico Ficarra&Picone, interpreti delle Rane di Aristofane, che hanno esordito nel ciclo delle rappresentazioni classiche del Teatro Greco di Siracusa nella primavera del 2018 e ora in tournée per l’Italia, si configura come occasione particolare di approfondimento di tutta una serie di attività didattiche e di ricerca che fanno capo al Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali. Da un lato sono interessate le discipline classiche che hanno come oggetto di studio il teatro greco, comico nello specifico, dall’altro esiste un intero curriculum del corso di studio in Lettere dedicato ai Linguaggi dello spettacolo. Il passaggio della tournée delle Rane di Aristofane – conclude il prof. Catenacci – sul territorio ha suggerito di creare un incontro che potesse avere per oggetto l’approfondimento della natura e delle strutture del teatro comico, lo studio delle strategie che hanno reso efficace uno spettacolo teatrale dopo 2400 anni come nell’Atene del 406/5 a. C., l’analisi del “fenomeno-Rane” che ha registrato un corale consenso di pubblico non solo sulle scene, ma anche in occasione di un passaggio sulle reti televisive nazionali in prima serata>.