Orari treni, Dit: Tutti i treni regionali veloci devono fermarsi a Torre Quetta

Cronaca

E’ assurdo aver speso tanti soldi e poi non avere i servizi per la nuova sede della Regione Puglia”
Nota del gruppo regionale di Direzione Italia (Ignazio Zullo, Francesco Ventola, Luigi Manca e Renato Perrini).
“Ci siamo: il prossimo mese il Consiglio regionale avrà una nuova sede. Al di là delle ultime polemiche, alcune un po’ pretestuose, era da anni che si attendeva una nuova sede sia per un profilo di autorevolezza, sia per evitare di continuare a pagare gli affitti pagati per tutti questi anni.
Il nuovo Palazzo sarà la Casa di tutti i pugliesi, ma i pugliesi devono poterla raggiungere. Per questo oggi ci saremmo aspettati dall’assessore regionale ai Trasporti che nell’annunciare i nuovi orari e ampliamento di corse regionali ci fosse la notizia che la fermata di ‘Torre Quetta’, quella che diventerà di fatto la fermata della ‘Regione Puglia’ fosse considerata una fermata obbligatoria non solo per i treni metropolitani di Bari, ma tutti i treni regionali veloci, quelli che arrivano da Lecce e Brindisi, così come per quelli che arrivano da Foggia. Sono circa una decina le corse che fanno fermate ‘minori’, ma non quella di Torre Quetta, per la quale, fra l’altro, sono stati investiti due milioni di euro proprio per la rilevanza che avrebbe acquisito con la sede della Regione. E allora che tutti i regionali veloci si fermino è un’esigenza di cui ci facciamo portavoce sia per i dipendenti regionali che vengono da sia dal Sud che dal Nord Puglia, ma anche per quell’utenza che ha bisogno di raggiungere gli uffici regionali non in auto, ma con mezzi pubblici regionali, ma veloci.
La stazione di ‘Torre Quetta’ non è una fermata qualsiasi, se è la fermata che serve la Regione è una fermata straordinaria. E’ la fermata che serve la Puglia”.