Grottaglie (TA), conto alla rovescia per Capodanno in piazza

Eventi & Spettacoli

 Le contaminazioni degli Opa Cupa di Cesare Dell’Anna approdano in Piazza Regina Margherita

Un programma ricco di eventi dedicati alla cultura e al divertimento di tutta la famiglia per passare l’ultimo fine settimana dell’anno alla scoperta della città delle ceramiche

Il trombettista Cesare Dell’Anna con gli Opa Cupa sarà protagonista del concerto dell’ultimo dell’anno in Piazza Regina Margherita a Grottaglie.

Uno spettacolo esplosivo e di grande coinvolgimento per il pubblico che sceglierà di aspettare il primo dell’anno nel suggestivo centro storico della città delle ceramiche. Un repertorio musicale contaminato da sonorità balcaniche, jazz e suoni tipici del Sud Italia. Grande coinvolgimento sarà garantito dal dj set come sempre “targato Grottaglie” che seguirà il concerto iniziale. Si alterneranno sul palco Kokò, dj Yoghi e Giovanni Bau Bau.

Il “Capodanno in Piazza” è diventato oramai un appuntamento fisso; riconfermato ogni anno grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale, dei commercianti di Piazza Rossano e Regina Margherita e il contribuito COMES UOMO 1974.

Per chi volesse decidere di soggiornare in città, tappa obbligata non può che essere la visita allo storico Quartiere delle Ceramiche oltre alle mostre collaterali: laXXXIX Mostra del Presepe nel Museo della Ceramica e “Fragmenta” presso l’ex Convento dei Cappuccini.

Nel Museo della Ceramica, all’interno del Castello Episcopio è possibile visitare sino al 6 gennaio 2019, la storica Mostra del Presepe. Tema della XXXIX edizione è “Forme d’Amore”: uno stimolo affinché l’arte, strumento di espressione del bello e di rielaborazione positiva delle miserie umane, possa cogliere questa eredità cristiana e renderla laica e universale, rinnovandone il valore in chiave contemporanea attraverso la rappresentazione di tutte le forme d’amore.

Sarà invece inaugurata sabato 15 dicembre alle ore 18:30, presso l’Ex Convento dei Cappuccini di Grottaglie, “Fragmenta”, mostra di opere d’arte contemporanea dell’artista e designer Francesco Spagnulo realizzate attraverso il medium dei materiali ceramici.

I contenuti espressi dalle opere sono sviluppati su tematiche quali i processi di involuzione culturale, la corruzione fisica ed etica, la disgregazione sociale, il depauperamento del patrimonio agro-alimentare, le problematiche inerenti la sicurezza e la salute sul lavoro.

Le opere offrono all’osservatore la possibilità di uno spunto di riflessione che indaga andando oltre il giudizio estetico, relativo alla qualità delle forme collocate negli spazi, al virtuosismo tecnico esecutivo, agli aspetti che riguardano la mimesi e la ricerca sui materiali.

La disposizione delle opere, direttamente sul pavimento, non è casuale ma segue soprattutto una precisa logica legata ai contenuti.

Allo stesso tempo, vuole essere un riferimento al luogo e alla sua storia, in particolare al periodo di abbandono (dopo il 1986) in cui furono ritrovati sparsi per terra oggetti, libri e indumenti appartenuti agli ospiti dell’orfanotrofio che ebbe sede nel Convento dei Cappuccini.

Quindi una ricerca artistica che presenta le opere non solo come una stratificazione di significati ma in particolare come un insieme di elementi che le caratterizza visivamente e di aspetti che coinvolgono la sfera emotiva dell’osservatore.

Per chi non l’avesse ancora vista e per chi volesse rivederla è ancora aperta al pubblico la Mostra della Ceramica 2018 dal titolo “TERRA identità, luogo, materia”. Per il successo ottenuto e per l’altissima affluenza di visitatori la mostra, allestita al primo piano del Convento dei Cappuccini, è stata prolungata per tutto il periodo natalizio. 

Spazio anche per i bambini. Il 29 dicembre i personaggi delle favole abbandoneranno le loro tane e arriveranno in città per popolarne strade e piazze. “È magia! Dalla città al teatro. La grande parata dei personaggi delle favole” è il laboratorio ed evento itinerante proposto da Equilibrio Dinamico con inizio alle ore 17:30 nella Biblioteca Comunale “Gaspare Pignatelli”.

Un ricco programma di eventi protagonista dell’ultimo fine settimana dell’anno che permetterà ai turisti e al pubblico di curiosi di godere delle bellezze della città.